Palinsesti La7: Giletti raddoppia e arriva Licia Colò con "Eden". Confermati Mentana, Gruber, Formigli

Giovedì 11 Luglio 2019 di Ferro Cosentini
La7 tv Urbano Cairo presenta la new entry Licia Colò, confermati Mentana, Gruber, Formigli

Urbano Cairo ha sempre la battuta in canna. Ed è per questo che, alle domande della stampa specializzata sulla stagione che verrà a La7, se ne esce così: «Alla fine la presentazione dei palinsesti serve più a me che a voi: mi date le idee sui personaggi che devo ingaggiare».

La7 è in crescita, ma l'autunno sarà caldo contro D'Urso e Porro

La platea fa finta di crederci. Attraverso il suo patron, La7 stende un sorriso che nasce dalle cifre: «Da quando sono arrivato io, siamo cresciuti, non si hanno più perdite, si viaggia sul 3,9% di media share, e nel prime time siamo davanti a Rete 4, insieme con Italia1». 

E proprio ieri, in una nota ufficiale, Rete4 ha comunicato “una crescita d’ascolto fino al 5,4% con un vantaggio ancora più largo (+1,3 punti) sulla rete che segue”. Tornando a La7, Massimo Giletti è confermato per i prossimi due anni con Non è l’Arena, ma anche con una serie di speciali in prime time e “un progetto futuro di cui stiamo discutendo. Era molto corteggiato, non solo dalla Rai, ma noi gli diamo assoluta libertà e lui apprezza”. Enrico Mentana saldo al Tg e con le sue maratone. Lilli Gruber che “con Otto e mezzo ha picchi di crescita fino al 7,4%”. Poi il team di Propaganda Live (rinnovo per tre anni) e Claudio Formigli col suo Piazza Pulita (rinnovo in anticipo di un anno per altri quattro). Un solo volto nuovo, quello di Licia Colò: suo sarà Eden, in primavera 2020, con un programma sul pianeta da salvare raccontando le emergenze ambientali.

E il fil rouge ecologico passa anche per l’acquisto della serie fenomeno Hbo Chernobyl, fresco successo pay su Sky. All’appello manca solo Miss Italia che non tornerà su questa rete. E l’ipotesi lanciata di un programma di libri. Sui volti corteggiati o da corteggiare, Cairo non si tira indietro: «Antonella Clerici snobbata in Rai? Non penso, ma per lei porte sempre aperte. Gialappa’s? Se non vanno a Discovery: da trent’anni fa tv di grande qualità. Corrado Guzzanti e Milena Gabanelli sono amici a noi vicini, se mai vorranno fare tv, penso che noi si parta in pole position». Chiusura su presente e futuro: «Facciamo 3600 ore di informazione all’anno, meriteremmo un contributo pubblico. Io in politica? Mi fa piacere se ne parli, ma lavoro troppo al momento. Mai dire mai, comunque».
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: 09:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA