Sharon Stone, la rivincita: «Nessun limite di età o genere, il nuovo cinema è senza barriere». Protagonista in "Ratched"

Giovedì 24 Settembre 2020 di Alessandra De Tommasi
Sharon Stone la rivincita: «Nessun limite dietà o genere, il nuovo cinema è senza barriere». Protagonista in
ROMA – Ricca, potente e irresistibile: la versione “fuori di testa” di Sharon Stone in Ratched (serie Netflix ispirata a Qualcuno volò sul nido del cuculo) s’inserisce alla perfezione nel quadro di personaggi femminili raccontati da Ryan Murphy. Nonostante sia alle prese con la delicata situazione legata al Covid-19 della sorella e del cognato, questa splendida 62enne non perde il sorriso.

Chi è il suo personaggio?
«Lenore Osgood è una madre pronta a tutto per il figlio che, sotto LSD, finisce in guai serissimi. Questa tragedia la fa impazzire e lei è pervada da un sentimento velenoso di vendetta».

Di solito come affronta ruoli così sopra le righe?
«Mentalmente ricostruisco il passato di questa donna, cerco di capire com’è arrivata al momento in cui la incontro e cos’ha scatenato le sue crisi, i drammi e livelli su livelli d’insicurezza. Il mio figlio più grande, Roan, dice che Lenore è “oltre”».

La serie tocca temi delicatissimi come la salute mentale. Come ha fatto a non portarli a casa dopo il set?
«Non ce l’ho fatta, al punto da avere gli incubi di notte, restare sveglia e con il costante malessere all’imboccatura dello stomaco, come se fossi stata picchiata».

Ratched è la rivincita delle over 40 su Hollywood?
«Le donne che mettiamo in scena sono a pezzi, a tratti perverse ma con lati teneri e questa complessità non deve avere età né limiti di alcun genere».

Su un set di sole donne c’è più competizione?
«Nella mia carriera ho lavorato soprattutto con i maschi e l’atmosfera è totalmente diversa. Tra donne si percepisce un’intimità emotiva tale da permettere di condividere le proprie fragilità in uno spazio sicuro».

Quale collega l’ha stupita?
«Sarah Paulson, che interpreta l’infermiera Mildred Ratched, una professionista di lunga data ma anche una persona eccezionale che tira fuori il meglio di te con sfumature che non avrei mai avuto il coraggio di esplorare su un set maschile».










  Ultimo aggiornamento: 08:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA