Sandra Milo choc a Radio1: «Ho appena fatto il vaccino, non respiro più». Ma è un brutto scherzo. Geppi Cucciari s'infuria e spiazza tutti

Giovedì 18 Marzo 2021 di E.C.
Sandra Milo choc a Radio1: «Ho appena fatto il vaccino, non respiro più». Ma è un brutto scherzo. Geppi Cucciari s'infuria

Su Leggo.it le ultime novità. Sandra Milo choc a Radio1: «Ho appena fatto il vaccino, non respiro più». Ma è un brutto scherzo. Geppi Cucciari s'infuria. Oggi, l'attrice musa di Fellini è stata ospite in collegamento a Un giorno da pecora, il programma di Radio1 condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

 

Leggi anche > I soliti ignoti, la risposta "incredibile" di Piero Pelù. Amadeus resta senza parole: «Che hai detto?»

 

Oggi, nel giorno della memoria delle vittime per Covid, Sandra Milo ha raccontato in radio la sua esperienza con il vaccino. «Sto bene - ha esordito allegra Sandra - oggi ho fatto la seconda dose di vaccino. Mi batte il cuore un po' più velocemente... Oddio non respiro, non respiro». I conduttori, increduli, chiedono se la figlia è lì con lei per aiutarla, ma l'attrice continua a simulare un malore. Cucciari e Lauro chiedono allora alla regia di rintracciare la figlia.

 

 

Dopo qualche secondo di silenzio, Sandra Milo scoppia in una sonora risata ed esclama: «Ci siete cascati». Geppi Cucciari, allibita, sbotta in diretta: «Ma deficente». Il video del finto malore, condiviso sui social da Trash Italiano, ha fatto il giro del web. Immediati i commenti dei follower: «Cattivo gusto nel giorno della memoria». E ancora: «Geppi Cucciari una di noi». E c'è chi fa dell'ironia amarcord: «Ciro!».

 

Qualche giorno fa, Sandra Milo ha compiuto 88 anni. A Storie Italiane, l'attrice ha ricevuto una dolce sorpresa. Eleonora Daniele si collega in videochiata con Bobby Solo che dedica a Sandra Milo una canzone romantica per festeggiare il suo compleanno. Il brano scelto è Love me tender di Elvis Presley, che l'artista romano interpreta live accompagnato dalla chitarra.

Ultimo aggiornamento: 19:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA