Orsini e Bruno Vespa ai ferri corti: «Io a Porta a Porta? Non ci metterei piede per nessun motivo»

Il giornalista Rai aveva detto che non lo avrebbe mai invitato a parlare di Ucraina a Porta a Porta

Sabato 9 Aprile 2022
Alessandro Orsini risponde a Bruno Vespa: «Non metterei piede nella sua trasmissione per nessun motivo»

Botta e risposta tra Alessandro Orsini e Bruno Vespa. Il giornalista Rai aveva detto che non lo avrebbe mai invitato a parlare di Ucraina a Porta a Porta. Il professore replica attraverso Facebook, mentre in un altro intervento non ha nascosto il timore per un conflitto mondiale. Orsini è noto per le sue posizioni controcorrente su Putin e la guerra in corso.

 

Leggi anche > Boris Johnson si reca in visita a sorpresa a Kiev
 

«Stiamo preparando la Terza Guerra Mondiale per i nostri bambini», è un passaggio dell'intervento del professor Alessandro Orsini a Accordi & Disaccordi sul team della guerra tra Ucraina e Russia. «Non sono tanto preoccupato per me stesso, se devo morire in una guerra lo posso accettare. Sono preoccupato per i nostri figli. Se non scoppierà a causa dell’Ucraina, la terza guerra scoppierà tra 5 o 10 anni. Le dinamiche che portano le grandi guerre in Europa sono sempre le stesse. Se entriamo nell’ottica che Putin è un criminale che vuole invaderci tutti, se la terza guerra mondiale non scoppierà adesso per l’Ucraina, scoppierà per i paesi baltici o per la Finlandia», dice il docente di sociologia del terrorismo internazionale.

 

 

Orsini, su Facebook, risponde poi a Bruno Vespa che in un'intervista ha chiarito che non inviterebbe il professore a Porta a Porta. «Caro Dottor Bruno Vespa, ci tengo a farle sapere, molto rispettosamente, che non metterei piede nella sua trasmissione per nessun motivo al mondo. Quanto ai suoi inviti alla corretta informazione, sempre rispettosamente, le confesso che guardo Porta a Porta soltanto quando mi perdo le ultime dichiarazioni del governo (di turno)», scrive.

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 15:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA