Massimo Giletti: «Orfeo mi ha costretto a lasciare la Rai, fu una scelta politica»

Venerdì 19 Ottobre 2018
Massimo Giletti: «Orfeo mi ha costretto a lasciare la Rai, fu una scelta politica»

Massimo Giletti, ospite di Un giorno da Pecora su Rai Radio1, si toglie qualche sassolino dalla scarpa. «È la prima volta che torno in uno studio Rai dopo la fine de l'Arena - dice - Mi ha costretto ad andare via il direttore generale Orfeo, nella sua libertà assoluta. Poi mi sarebbe piaciuto che si fosse assunto la responsabilità di quel che è successo dopo».
 

 


Il pensionato milionario: maxi evasione con i pezzi di auto d'epoca e da rally

E ai conduttori che gli chiedono se quella di Orfeo fu una scelta editoriale o politica, risponde netto: «Quando chiedi a Giletti di dedicarsi al varietà vuol dire che la scelta è chiaramente politica. Sarebbe interessante fare un incontro pubblico ascoltando le verità - prosegue Giletti - perché il Dg di una tv ha il diritto di scegliere ma dovrebbe anche spiegare perché si allontana uno che fa un programma da 4 milioni col 22% di share. Una spiegazione bisognerebbe darla senza camuffare la scelta con la spiegazione che Giletti non fa il varietà: io sono un giornalista e voglio fare quel che so fare».

E alla domanda se tornerà a lavorare in viale Mazzini, o se lascerebbe il patron di La7 Urbano Cairo, il giornalista risponde: «Del doman non v'è certezza...», sottolineando che, con Cairo, «ho un rapporto personale che va oltre la tv. Ci incontreremo entro la fine dell'anno e vedremo che succederà. Certamente finiremo la stagione, ci mancherebbe, con tutto il successo che abbiamo perché dovrei andare via?». 

 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA