Lorena Cesarini si commuove per i genitori: «Mio padre non c'è più, mia madre ne ha passate tante»

L'attrice di Suburra e co-conduttrice di una puntata del Festival di Sanremo parla della famiglia e dei suoi progetti

Venerdì 18 Marzo 2022
Lorena Cesarini a Oggi è un altro giorno si commuove per i genitori: «Mio padre non c'è più, mia madre ne ha passate tante»

Lorena Cesarini è ospite di Oggi è un altro giorno per raccontare la sua vita e il dopo Sanremo 2022. La co-conduttrice di una puntata del Festival racconta l'amore e la vita dei genitori e si commuove parlando di loro. A Serena Bortone, infine, spiega i suoi progetti professionali e di vita: lavorare con il suo regista preferito e mettere su famiglia con il fidanzato.

 

Leggi anche > Belve su Rai Due, Valeria Marini ospite di Francesca Fagnani: «A 15 anni mia madre mi ha fatto abortire a mia insaputa»

 

Lorena Cesarini a Oggi è un altro giorno

Su Sanremo racconta: «Non mi commuovo stranamente riguardando le immagini. Mi sono laureata in Storia, volevo fare l'accademica poi è arrivato il primo film. Appena ho sentito la voce di Amadeus a Capodanno sono rimasta ipnotizzata e non sono sicura di aver capito cosa mi ha detto. Dopo Suburra ho avuto molta notorietà, ma dopo Sanremo la cosa è aumentata. Prima dicevano 'quella di Suburra' adesso mi fermano e dicono "è Lorena Cesarini". 

 

Lorena Cesarini e i genitori

Sulla famiglia racconta: «Il desiderio di mia madre era di venire a Roma e di avere una bambina con un nome italiano, mio papà aveva già un amore per l'Africa. Si è ritrovato una donna del Senegal nei primi anni Ottanta ed è stato amore a prima vista. Poi hanno deciso di farmi nascere in Senegal per la doppia cittadinanza che ancora non ho. Avevo 12 anni l'ultima volta che sono stata in Africa, ero con mio padre». Non riesce a nascondere le lacrime quando parla del papà: «Non c'è più dal 2000»

 

Lorena Cesarini e i progetti

Lorena è fidanzata e innamorata: «Mi piacerebbe avere dei figli. Non sento ancora l'istinto materno, ma li vorrei per dare vita al nostro amore. Mia madre mi ha insegnato a essere sempre grata, la amo, è una donna forte, che nella vita ne ha passate tante ed è sempre col sorriso. Dal punto di vista professionale, invece, ci sono diversi registi con cui vorrei lavorare, soprattutto con Matteo Garrone. Mi piacerebbe un film fantasy o un ruolo scomodo». 

Ultimo aggiornamento: 17:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA