Ivan Zazzaroni e lo sfogo per le critiche a Ballando con le Stelle a Io e Te. «Per questo ho deciso di lasciarli». Diaco: «Mi sono schierato con te»

Martedì 25 Agosto 2020 di Redazione Leggo Gossip
Ivan Zazzaroni e lo sfogo per le critiche a Ballando con le Stelle a Io e Te. «Per questo ho deciso di lasciarli». Diaco: «Mi sono schierato con te»

Ivan Zazzaroni e lo sfogo per le critiche a Ballando con le Stelle a Io e Te: «Per questi ho deciso di lasciarli». Diaco: «Mi sono schierato con te». È il direttore del Corriere dello Sport l'ospite di oggi del salotto del pomeriggio di Rai Uno. Con lui il conduttore del contenitore di Viale Mazzini ha parlato di calcio e ha ripercorso anche la sua "carriera" da Giudice di Ballando con le stelle, la trasmissione di Milly Carlucci di cui Ivan Zazzaroni è uno dei volti storici del programma. Programma che ha regalato gioie e dolori al giornalista. 

Leggi anche > Kledi in lacrime in diretta Io e Te: «Mi manca immensamente, le devo tutto». Diaco: «Tu sei un esempio».

Ivan Zazzaroni ha ripercorso soprattutto le polemiche che lo hanno accompaganto durante questi anni, in particolar modo quelle legate al suo giudizio estetico sulla coppia di ballerini, tutta al maschile, composto da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro. Il giudizio negativo di Zazzaroni finì, soprattutto sui social, nel mirino di molti hater, che lo accusavano di "omofobia". Lo stesso Pierluigi Diaco ricorda di aver espresso pubblicamente la sua solidarietà al direttore del Corriere dello Sport, il cui pensiero è ben lontano da ogni ipotesi del genere. 

Leggi anche > Benedetta Rossi, il marito Marco ricorda il cane scomparso: «Il buongiorno senza Nuvola è più triste»

Zazzaroni si sofferma soprattutto sulle accuse ricevute da alcuni utenti sui social: attacchi feroci che lo costrinsero ad abbandonare twitter nonostante l'ampio numero di follower che lo seguivano. «Il trionfo della mediocrità» chiosa Diaco rispetto a quanto a volte viene espresso sui social network da alcuni utenti. 

Ultimo aggiornamento: 26 Agosto, 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA