Federico Zampaglione, il dramma a Verissimo: «Sono entrato in casa e ho sentito qualcosa alle gambe. Ho capito che poteva essere la fine»

Sabato 6 Febbraio 2021 di Emiliana Costa

Federico Zampaglione, il dramma a Verissimo«Sono entrato in casa e ho sentito qualcosa alle gambe. Ho capito che poteva essere la fine». Oggi, il cantante dei Tiromancino è stato ospite nel salotto di Canale 5 e si è raccontato a cuore aperto, tra lavoro e vita privata. 

 

 

«Ho avuto il privilegio  - spiega Zampaglione - di poter fare quello che mi piaceva, grazie ai miei genitori che hanno creduto in me. Nel 2013 il momento più brutto. Mi sono lasciato con Claudia Gerini e mia madre si è ammalata gravemente. Ho cambiato casa e sono andato a vivere da solo, ma quando sono entrato mi sono sentito qualcosa alle gambe che mi portava giù. Ho capito che se mi fossi lasciato andare, sarebbe stata la fine. Mi sono appoggiato alla musica, la vita ti mette di fronte a un bivio e tu devi trovare la tua strada. Per fortuna c'era mia figlia Linda. Con Claudia siamo riusciti a mantenere l'armonia. Abbiamo una famiglia allargata, la mia compagna va d'accordissimo con lei. Ci vogliamo bene». 

 

 

Poi, Zampaglione parla della mamma Maria Pia che non c'è più: «Era uno spirito incrollabile. Aiutava molto i bambini dei migranti e ha aperto anche un asilo. È stata molto dolce, ma anche dura. Mi disse 'o scrivi canzoni che piacciono a tutti, o ti trovi un altro lavoro'. Con mio padre abbiamo scritto tanti brani, tra cui Amore impossibile».

 

 

Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio, 21:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento