Eurovision, l'analisi a Domenica In: «Ecco perché Mahmood,Blanco e Achille Lauro non ce l'hanno fatta»

L'analisi di Mara Maionchi, Marino Bartoletti e Andrea Scanzi

Domenica 15 Maggio 2022
Eurovision, l'analisi a Domenica In: «Ecco perché Mahmood e Blanco e Achille Lauro non ce l'hanno fatta»

Motivi (e percorsi) diversi, ma il risultato è simile. Se Achille Lauro (in gara per San Marino) non è riuscito a raggiungere neanche la finale dell'Eurovision 2022, Mahmood e Blanco sono rimasti fuori dal podio e si sono classificati sesti nella classifica finale della rassegna. A Domenica In, in studio con Mara Venier, a fare un bilancio ci sono Mara Maionchi, Marino Bartoletti e Andrea Scanzi.

 

Leggi anche > Eurovision, la gioia di Cattelan: «Grazie ai Maneskin si è chiuso un cerchio»

 

Le opinioni sono abbastanza unanimi: Achille Lauro ha sicuramente deluso più di Mahmood e Blanco, per ragioni diverse. Il cantante romano, in gara per San Marino col brano 'Stripper', è rimasto fuori dalla finalissima di Eurovision 2022. «Non è una critica, ma un consiglio. Achille Lauro è un grandissimo performer, ma per fare breccia all'Eurovision serve qualcosa in più» - l'analisi degli esperti a Domenica In - «Avrebbe dovuto concentrarsi più su parole e musica che sulla performance stessa, a questi livelli fa la differenza».

 

Diverso il discorso per Mahmood e Blanco. «Non hanno vinto per vari motivi. Innanzitutto, far vincere l'Italia per due edizioni consecutive era qualcosa di difficile per molti», l'analisi di Andrea Scanzi. Che poi è concorde con Mara Maionchi e Marino Bartoletti: «Sono sicuramente stati penalizzati dal fatto di aver cantato in italiano, molti non conoscendo la nostra lingua non hanno evidentemente capito la forza del testo di 'Brividi'. Ma sono due voci incredibili, due talenti clamorosi». E Marino Bartoletti rivela: «Parlando con Zucchero, lui mi ha rivelato di aver chiesto a Mahmood di provare una nota particolare per un blues, un genere molto difficile, in occasione della pianificazione del suo album 'Natural Blues'. Mahmood aveva azzeccato quella nota al primo colpo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA