Enzo Miccio: «Con Laurent amore a distanza. Vorrei diventare papà, ma non mi sposo»

L'amore per Laurent, l'appoggio della famiglia e il desiderio di paternità del wedding planner più famoso d'Italia

Enzo Miccio: «Con Laurent amore a distanza. Vorrei diventare papà, ma non mi sposo»
Enzo Miccio: «Con Laurent amore a distanza. Vorrei diventare papà, ma non mi sposo»
2 Minuti di Lettura
Sabato 29 Gennaio 2022, 22:24

Il suo lavoro è quello di rendere ancora più indimenticabile il giorno più bello di tante donne. Eppure, Enzo Miccio non ha dubbi: «Vorrei diventare papà, ma non mi sposerei».

Leggi anche > Pino Insegno: «Volevo fare il calciatore, ringrazio chi mi ha scaricato. Che fatica godere 9 ore senza motivo»

Ospite di Verissimo, il wedding planner e designer più famoso d'Italia si racconta a Silvia Toffanin. «Sì, ho un compagno: con Laurent stiamo insieme da cinque anni e mezzo, è una storia importante ma complicata. Io vivo a Milano, lui a Parigi, è una storia a distanza: ci vuole tanta forza e tanto coraggio è difficile. Con il Covid, poi, non ci siamo visti per mesi» - ha spiegato Enzo Miccio - «Mi piacerebbe diventare papà, è una cosa di cui sento la mancanza nella vita. Ma il mio compagno dovrebbe essere d'accordo e nel nostro caso è difficile, vivendo in città diverse. Non mi sposerei mai, oggi non è nei miei programmi. Ma mai dire mai...».

Enzo Miccio racconta poi la propria vita. «Napoli mi stava stretta, così ho lasciato casa a 18 anni per andare a Milano. Sono gay ma ho avuto la fortuna di crescere in una famiglia aperta, non ho dovuto fare confessioni clamorose o nascondere qualcosa. Anche mio padre, forse il più all'antica della famiglia, è sempre stato molto aperto. So che purtroppo non è la normalità, nessuno mi ha mai fatto pesare niente e ho vissuto con serenità» - spiega il re dei wedding planner - «In amore sono sempre stato fortunato. Ho avuto poche storie, ma tutte molto importanti. Le storie sono durate tanti anni, forse perché sono un Toro e sui sentimenti non gioco, faccio sempre sul serio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA