Denise Pipitone, a Storie Italiane il giallo della nave per Tunisi. L'ex pm Angioni: «Volevo essere di aiuto»

Lunedì 20 Settembre 2021
Denise Pipitone, a Storie Italiane il giallo della nave diretta a Tunisi. L'ex pm Angioni: «Volevo essere di aiuto»

A Storie Italiane si torna a parlare di Denise Pipitone e della richiesta di archiviazione avanzata dalla procura nonostante la pista tunisina. L'ex pm Maria Angioni, invece, è stata rinviata a giudizio e ai microfoni di Rai Uno spiega: «Non sono una mitomane, volevo solo essere di aiuto».

 

Leggi anche > Aida Yespica, il dramma a Storie Italiane: «Stuprata a 7 anni, lo avevo rimosso»

 

Denise Pipitone, il giallo a Storie Italiane

La procura ha chiesto l'archiviazione delle indagini perché non ci sarebbe una pista valida a distanza di 17 anni sulla scomparsa di Denise Pipitone, la bambina di cui si sono perse le tracce a Mazara Del Vallo nel 2004. A Storie Italiane mostrano un vecchio documento su un traghetto in partenza per Tunisi. A bordo c'era una bambina di cui non si conoscono le generalità. Quella tratta oggi non c'è più, ma nel 2004 si.  

 

Denise Pipitone, le parole di Maria Angioni

Della pista tunisina aveva parlato anche l'ex pm Maria Angioni, la stessa magistrata che in tv, nella trasmissione condotta da Eleonora Daniele, aveva dichiarato di aver trovato Denise. Oggi però deve subire un processo: «Sono stata un po' ingenua e non sono una mitomane, volevo essere d'aiuto». È stata rinviata a giudizio perché alcune sue dichiarazioni non hanno trovato riscontro negli atti.  Il legale di Piera Maggio Frazzitta avrà 30 giorni per opporsi alla richiesta di archiviazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA