Carmen Russo a Oggi è un altro giorno, le lacrime per Raffaella Carrà: «Così la aiutavo con i molestatori»

La coppia è legata sentimentalmente e professionalmente da una vita e si commuove nel ricordare la grande show girl

Lunedì 23 Maggio 2022
Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi a Oggi è un altro giorno, le lacrime per Raffaella Carrà: «Così la aiutavo con i molestatori»

A Oggi è un altro giorno da Serena Bortone Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi ricordano Raffaella Carrà in lacrime. La coppia è legata sentimentalmente e professionalmente da una vita e si commuove anche nel vedere i vecchi filmati. «Quando rivedi questo dici quanto è bello vivere, lottare, fare sacrifici. Abbiamo fatto abbastanza, ma non finisce qui», spiega la showgirl. 

 

Leggi anche > Teresa De Santis: «La tv sta cambiando, alla Rai serve una sterzata per stare al passo coi tempi e con il mercato» 

 

Su Raffaella Carrà ricorda: «Io ho sempre bisogno di un là, una testimonianza di fiducia. Se Raffaella mi diceva "sì ok" io andavo come una guerriera, potevo affrontare di tutto». Poi entrambi rammentano quando hanno saputo della sua morte. Raffaella Carrà non ha detto a nessuno della malattia e quindi è stato un fulmine a ciel sereno.

 

«Stavo guidando e mi chiama un giornalista che non è stato molto carino. Mi chiede un commento sulla morte di Raffaella Carrà. A un certo punto non ho capito più niente e ho chiuso. Poi sono andato nella camera mortuaria mi sono sentito male, mi hanno fatto sedere. Nessuno sapeva che era malata. Ora penso solo che Raffaella sta in tournè. Se ci penso mi commuovo». Poi ricorda un aneddoto che lei raccontava agli amici soffermandosi sulle sue "grandi mani": «Una volta è arrivato uno che le è saltato addosso, non so come ho fatto, l'ho preso e l'ho allontanato. La aiutavo contro i molestatori».

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA