Angelo Marotta, morto in un incidente stradale il finalista di Tu sì que vales 2021

Addio al ballerino di Gerry Scotti dello show di Canale 5

Angelo Marotta finalista Tu sì que vales 2021 morto
Angelo Marotta finalista Tu sì que vales 2021 morto
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Aprile 2022, 18:11 - Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 22:44

Angelo Marotta è morto. Il finalista dell'edizione di Tu sì que Vales 2021 è rimasto coinvolto in un incidente stradale che gli è costato la vita. L'uomo, originario di Vittoria, Ragusa, aveva 63 anni e lo scorso ottobre si era fatto conoscere e apprezzare per le sue performance di ballerino acrobatico, valse per l'accesso alla finalissima di Canale 5. 

Leggi anche > Gerry Scotti, il messaggio in ricordo di Piero: «Non potrò più chiamare “Piero” perché Piero non c’è più» IL POST

 

Incidente mortale per Angelo Marotta, finalista di Tu sì que vales 2021

«Angelo Marotta stava transitando su via Garibaldi, venendo da Scoglitti e ad un tratto ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro le auto in sosta» riporta RagusaNews. Secondo la ricostruzione l'incidente sarebbe avvenuto intorno alle 5.30 di domenica 3 aprile, ma ancora non sono note le cause: «Non si esclude malore, o un colpo di sonno. L'uomo sembra avesse passato la serata in discoteca». In attesa che venga eseguita l'autopsia, la Polizia municipale sta eseguendo tutti i rilievi del caso per chiarire la dinamica dell’incidente.

Angelo Marotta ha partecipato all’ultima edizione di Tu sì que vales, dove si era esibito come ballerino nella puntata trasmessa sabato 30 ottobre. «Sono un ballerino, mi chiamo Angelo e vengo da Vittoria», si era presentato ai quattro giudici e al pubblico. La sua performance, sul brano Baby Baby di Corona, aveva attirato l'attenzione di Gerry Scotti che alla fine l'aveva inserito nella propria Scuderia.

«Se vinci apriamo insieme un ristorante a Ragusa», aveva scherzato Gerry con Angelo. La vittoria non arrivò, ma grazie all'81% dei consensi al televoto l'uomo riuscì ugualmente a conquistare il cuore del pubblico, che oggi piange la sua prematura scomparsa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA