Al Bano, l'appello a Storie Italiane: «È la terza guerra mondiale, ma qualche furbetto fa finta di non capire»

Lunedì 16 Marzo 2020
Al Bano, l'appello a Storie Italiane: «È la terza guerra mondiale, ma qualche furbetto fa finta di non capire»

Al Bano scende in campo contro il Coronavirus. Il cantante, ospite di Storie Italiane, la trasmissione di Eleonora Daniele, ha voluto mandare un messaggio agli italiani. Un messaggio per invitarli a seguire le regole: "Siamo davantia alla terza guerra mondiale", ha detto Al Bano. «Auguro tutto il bene possibile a noi italiani, restate a casa e facciamo quello che bisogna fare per sconfiggere questo male incredibile e invisibile che attacca senza preavviso. Dobbiamo unirci e seguire i comandamenti che i medici ci hanno dato, dobbiamo eseguire alla lettera per poter sconfiggere il Coronavirus» questo il messaggio di Al Bano in collegamento con Storie Italiane, la trasmissione in onda su Rai1 dedicata all'emergenza sanitaria per il Covid-19.

Leggi anche > Morgan, il flash-mob in monopattino: «Cantiamo 'Le brutte intenzioni...»

Al Bano si trova nella sua Cellino San Marco e spiega ai microfoni del talk show come sta vivendo questo momento difficile: "In famiglia noi rispettiamo le regole, siamo chiusi come si dice tra casa e chiesa, facendo la giusta ginnastica ogni giorno", poi un messaggio diretto alla padrona di casa Eleonora Daniele: «Appena nasce la piccola voglio essere presente, devo esserci come è successo con il tuo matrimonio».

«Sono anch'io diventato paziente come tutti gli italiani, c'è qualche furbetto che non ha capito forse l'importanza del momento. Bisogna rispettare le regola che ci dettano quotidianamente perché siamo in una perfetta Terza Guerra Mondiale e il nemico è unico per tutti noi. Ho letto che ogni cento anni arriva un virus, bisogna stare attenti a questi periodi che arrivano e ci trovano sempre impreparati. Riunirsi mentalmente per aggredire noi il virus e non l'oppposto», ha concluso Al Bano nella puntata in onda il 16 marzo.

Ultimo aggiornamento: 16:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA