Sokurov, al Fce l'omaggio al cineasta russo

Sokurov, al Fce l'omaggio al cineasta russo
È il giorno di Aleksandr Sokurov al Festival del Cinema Europeo, che ha voluto dedicare il suo omaggio all'autore russo.
Maestro del cinema mondiale, Sokurov ha saputo restituire attraverso il suo personale linguaggio, dove le forme del documentario si fondono a quelle della fiction, il percorso esistenziale dell'individuo all'interno del tempo e soprattutto in rapporto alla Storia. L'omaggio curato da Massimo Causo, critico cinematografico e curatore della sezione Onde del Festival del Cinema di Torino, ripercorre la carriera cinematografica del regista attraverso una retrospettiva dei suoi film più rappresentativi, dagli anni '90 ad oggi, tra cui l'intera tetralogia del potere dove il regista ritrae tre dittatori in un dialogo intimo con se stessi sul finire del loro dominio: Moloch, Toro, Il Sole e Faust. Ad accompagnare la tetralogia del potere saranno presenti le opere dedicate alla riflessione dell'essere nei dei rapporti familiari come in Madre e figlio, Padre e figlio e Alexandra.
Aleksandr Sokurov sarà presente oggi alle 11, presso il cinema Massimo, per una master class moderata da Massimo Causo con Aliona Shumakova. In serata sarà consegnato all'autore l'Ulivo d'oro alla carriera al termine di un incontro con il pubblico condotto da Marco Müller, direttore storico della Biennale cinema di Venezia. Dopo la premiazione sarà proiettato Russian Ark,scelto dallo stesso regista che in un unico e straordinario piano sequenza racconta, attraversando i saloni dell' Ermitage di San Pietro Burgo, trecento anni di storia russa, un viaggio nel tempo tra arte, politica e misticismo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 12 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 09:31