Bridgerton, l'indiscrezione che tutti i fan aspettavano: il progetto di Netflix

Mercoledì 20 Gennaio 2021 di Silvia Natella
Bridgerton, l'indiscrezione che tutti i fan aspettavano: il progetto di Netflix

Fan di Bridgerton entusiasti dopo la notizia che Netflix ha in mente un sequel cospicuo. La saga familiare in costume, che ha monopolizzato davanti allo schermo milioni di persone durante le festività natalizie e continua a essere tra i prodotti più visti a poche settimane dall'uscita, avrà più stagioni. Lo showrunner Chris Van Dusen sogna otto serie che seguano i libri di Julia Quinn. I tabloid anglosassoni parlano di "Notizie entusiasmanti" che lascerebbero presagire l'arrivo imminente di "Bridgerton 2", sebbene il Daily Mail inviti alla prudenza.

 

 

Con le parole dell'ideatore della serie, il servizio di video in streaming ha lasciato intendere che il seguito della produzione Shondaland, nata dal contratto con Shonda Rhimes (Grey's Anatomy), potrebbe arrivare da un momento all'altro.

 

Bridgerton il successo

Dallo scorso 25 dicembre, data della sua uscita, Bridgerton ha rapito gli spettatori con una formula leggera e innovativa. Ha risposto al desiderio di spensieratezza coniugandolo con l'esigenza di incontrare consensi in un mondo in costante cambiamento. È qui il segreto del suo appeal: alle piume e agli sfavillanti abiti in stile impero alterna la spregiudicatezza del linguaggio e delle immagini, il mix di etnie e di format di successo. È il trionfo di un politically correct moderno e naturale, perché insito in una storia rivisitata ma non campata per aria e in netto contrasto con la società del tempo bigotta e maschilista. 

 

Bridgerton La trama

Siamo nell'Età della Reggenza, la regina è di colore e un gruppo di ragazze si accingono a debuttare in società in cerca di un marito. Le trame alla Jane Austen sono arricchite da un intreccio non scontato, con qualche colpo di scena e un piccolo giallo sullo sfondo: chi è la "pettegola" Miss Whistledown, la versione ottocentesca di "Gossip Girl?" Il tutto condito da un'atmosfera erotica degna di "Cinquanta sfumature di grigio". E non guasta se il protagonista maschile è Regè-Jean Page, il nuovo idolo e sogno proibito  di adolescenti e meno giovani.

 

Bridgerton il progetto

Sono 63 milioni le famiglie che, secondo Netflix, avrebbero guardato Bridgerton nelle prime quattro settimane dal debutto. In pochi giorni è parso chiaro che la serie sarebbe stata presto promossa per una seconda stagione. Le riprese, stando ai ben informati, potrebbero iniziare nel mese di marzo di quest’anno. Nel corso della sua intervista a Tvserial.it, Van Dusen ha spiegato di avere un debole per i romanzi di Julia Quinn, scoperti in un momento in cui aveva bisogno di evasione. «Esiste un progetto: la prima stagione è su Daphne, la più grande delle figlie Bridgerton, ma sappiamo che ci sono otto romanzi della serie e che i fratelli Bridgerton sono otto, mi piacerebbe molto poter raccontare le storie e gli amori di tutti e otto i fratelli e le sorelle Bridgerton». 

 

Le anticipazioni di Netflix

Nella lettera che Netflix invia ai suoi azionisti periodicamente, inoltre, si sottolinea l'enorme popolarità raggiunta da Bridgerton. «Questo titolo si è dimostrato immensamente popolare e avremo alcune "notizie entusiasmanti" su Bridgerton alla fine di questa settimana», si legge nel documento. Potrebbero dunque essere realizzate ben otto stagioni, tante quanti sono i fratelli Bridgerton. Dopo la storia di Daphne sarà il turno di Anthony, Benedict, Colin, Gregory, Eloise, Francesca e Hyacinth. 

Ultimo aggiornamento: 16:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA