Sanremo 2021, Amadeus: «I cantanti Big in gara saranno 26». Giovedì scopriremo chi sono. Coletta: «Festivl all'Ariston con il pubblico». Irruzione di Fiorello

Martedì 15 Dicembre 2020
Amadeus, condurrà anche il Sanremo 2021

I Big in gara a Sanremo 2021 «saranno 26, 2 più dell'anno scorso». Lo ha annunciato Amadeus durante la presentazione della finale di Sanremo Giovani, che andrà in onda giovedì 17 dicembre su Rai1 dal Teatro del Casinò di Sanremo, in una serata che vedrà anche l'annuncio in diretta dei Big in gara. Un aumento, ha spiegato il conduttore e direttore artistico, che si è reso necessario «perché la proposta era enorme: ho ascoltato quasi 300 brani che mi sono stati inviati e rispetto ai 20 previsti, ce n'erano almeno altri 20 meritevoli. Ho avuto l'imbarazzo della scelta», ha aggiunto Amadeus. Che, sulle quote rosa oggetto di polemica lo scorso anno, ha chiarito anche che sul palco quest'anno in gara saliranno «10 donne».

 

 

Irruzione a sorpresa di Rosario Fiorello nella conferenza stampa di Sanremo Giovani. Lo showman si è collegato all'incontro web da un account con altro nome ed ha sgridato Amadeus, scherzando sulle polemiche che hanno preceduto il festival dello scorso e sull'assenza di polemiche, al momento, su Samremo 2021. «Amadeus mi ha deluso: un pò di sessismo, un pò di omofobia, un pò di razzismo, un pò di negazionismo. Dici qualche cosa, lanciati! Di come sei veramente, perché sennò cosa scrivono? La polemica non l'ha fatta? Non ti posso lasciare un minuto», ha giocato tra le risate di Amadeus. Poi più serio ha aggiunto: «Era solo un pretesto per fare gli auguri di buone feste. Speriamo. Speriamo bene».

 

«Abbiamo contezza di come l'Ariston sia una struttura complessa, ma stiamo lavorando già da molto tempo perché tutti i parametri di sicurezza siano rispettati. E lavoriamo perché ci sia il maggior numero possibile di poltrone occupate in teatro», ha detto Stefano Coletta, il direttore di Rai Uno. «Il criterio minimo è avere presenze tutte tamponate, in maniera costante e ripetuta. Almeno per quello che è lo scenario che abbiamo davanti ora, poi ai primi di marzo potrebbe essercene un altro: qualsiasi approssimazione può essere variata». «Impossibile pensare di transennare la città per non fare entrare nessuno», ha poi aggiunto Amadeus: «Sanremo non potrà essere fatto in situazione di Covid».

Ultimo aggiornamento: 13:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA