Morgan stronca il Fantasanremo: «È una str**ata. Era meglio Dante, altro che 'ciao zia Mara'»

Morgan stronca il Fantasanremo: «Era meglio recitare Dante, altro che 'zia Mara'»
Morgan stronca il Fantasanremo: «Era meglio recitare Dante, altro che 'zia Mara'»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Febbraio 2022, 14:48 - Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 11:44

Morgan stronca il Fantasanremo. Intervistato dall'Adnkronos, il cantante si scaglia contro il 'giochino' che sta diventando quasi un festival nel festival all'interno di Sanremo 2022: «Ma perché un artista, anche di valore come Dargen D'Amico, dovrebbe esclamare un 'Ciao, zia Mara!' piuttosto che 'Ciao, zio Pino!' durante l'esecuzione del suo brano? O gridarlo all'inizio o alla fine come fatto da altri? Francamente, mi pare una stronzata!».

Amadeus: «Fantasanremo? Nessun cantante ha mancato di rispetto»

Morgan lancia una controproposta, alternativa, magari per il prossimo Sanremo: «Se avessero pensato di obbligare a dire un verso della 'Divina Commedià a testa a tutti i cantanti, in modo che alla fine delle cinque serate si sarebbe arrivati a dire tutto il primo canto dell'Inferno, allora sì che avrebbe avuto un senso!». E immagina: «Usciva Gianni Morandi e diceva 'nel mezzo del cammin di nostra vita...', poi usciva la Rettore e diceva 'mi ritrovai per una selva oscura...' e via così, un metaverso a testa». Forse, il prossimo anno, si potrà allora ritrovare 'la diritta via'...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA