Puglia, lungo viaggio in jazz tra le città

Puglia, lungo viaggio in jazz tra le città
di Eraldo MARTUCCI
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 05:30 - Ultimo aggiornamento: 07:16

Ludovico Einaudi, Omar Sosa, Cristina Donà e Nina Zilli insieme a Raffaele Casarano: sono solo alcuni dei protagonisti della XVIII edizione di Bari in Jazz, che dal 16 luglio al 20 agosto si svolgerà non solo nel capoluogo pugliese ma anche ad Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Fasano, Monopoli, Polignano a Mare, Sammichele di Bari e Tricase. Come sempre organizzato dall’associazione Abusuan, le diverse serate vedranno dunque alternarsi nomi importanti che affondano le proprie radici nel jazz nel senso più alto e ampio del termine: è del resto nel dna di questo genere musicale essere continuamente terreno di commistione che mette insieme diverse culture e stili, per confluire in qualcosa di diverso, di originale, di imprevisto. L’inaugurazione è dunque il 16 luglio in Piazza Pisanelli a Tricase con gli Ayom, che il giorno dopo saranno poi in Piazza Garibaldi a Monopoli. Ayom è una band multiculturale, composta da sei membri provenienti da Angola, Brasile, Grecia e Italia con la cantante e percussionista Jabu Morales al centro della scena. 

Gli altri eventi


Sempre a Tricase, ma in Largo Sant’Angelo, il 22 luglio di scena sarà Joscho Stephan Trio, che il giorno dopo si sposterà al Minareto della Selva di Fasano. Le radici del trio affondano nella musica Gipsy Swing, lo stile nato negli anni ‘30 grazie al pionieristico e leggendario chitarrista jazz Django Reinhardt. I viaggi sono sempre stati la linfa vitale del chitarrista Justin Adams, braccio destro di Robert Plant, e del violinista e tamburellista Mauro Durante, uno dei grandi interpreti delle musiche popolari del Sud della Puglia e anima del Canzoniere Grecanico Salentino. Che in tanto girovagare fra note e continenti si sono incontrati nel 2011 sotto l’usbergo di Ludovico Einaudi, allora maestro concertatore della Notte della Taranta. Un’affinità immediata e ininterrotta da cui è nato “Still Moving”, album intimo e dalle atmosfere on the road che i due artisti presenteranno il 27 luglio nell’Atrio Palazzo De Mari ad Acquaviva delle Fonti. La Piazza S.M.G. Laselva di Polignano a Mare ospiterà poi il 27 luglio Nina Zilli e la special band del sassofonista salentino Raffaele Casarano, ideatore e direttore artistico del Locomotive Jazz Festival. L’autrice di “50mila”, la bellissima canzone che la lanciò dieci anni ed entrò anche nella colonna sonora del film “Mine vaganti” di Ferzan Özpetek, rappresenta ormai la voce italiana per antonomasia del soul, jazz e del rhythm & blues. L’unico concerto che si terrà a Bari, in Piazza San Nicola, è quello del 2 agosto (in collaborazione con Festa del Mare 2022) con Arooj Aftab, raffinata compositrice il cui suono fluttua tra minimalismo classico e new age, poesia devozionale Sufi e trance elettronica con strutture jazz. Attesissimo il doppio appuntamento dell’11 e 12 agosto (quest’ultimo già sold out), nel Parco Rupestre di Lama d’Antico a Fasano, con Ludovico Einaudi che presenterà “Underwater”, il suo nuovo album di inediti. 
Con il musicista suoneranno Redi Hasa (violoncello), Federico Mecozzi (violino) e Francesco Arcuri (elettronica e percussioni). Tra gli altri concerti spicca quello del 18 agosto, in Piazzetta Della Torre a Torre a Mare, con Cristina Donà una delle voci più originali della scena musicale italiana. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA