«Me mbriacu prima...». Così Mino De Santis saluta la Taranta. E sul web si scatenano i fan

«Che il Signore me la mandi buona». E poi: «Mi ubriaco prima». E' così, ovviamente in dialetto salentino, che Mino De Santis, popolarissimo cantautore e musicista salentino, saluta la sua partecipazione alla Notte della Taranta edizione 2018. La presenza di Mino è stata annunciata oggi nella conferenza stampa svoltasi a Roma, nella quale è stato anche ufficializzato il nome di Andrea Mirò nel ruolo di maestro concertatore.
 


De Santis, originario di Tuglie, è il cantautore di "Pezzenti", "Radical chic", "Lu fiju a Milanu", "La zoccola", "Spiaggia proletaria" e tantissimi altri successi. Costante la sua presenza nelle piazze del Salento dove tra i primi fan, in estate, ci sono i turisti che attraverso lui hanno conosciuto il dialetto salentino. E' anche noto come il "De Andrè" salentino.
Quest'anno, dunque, Mino sarà alla Notte dellaTaranta, a Melpignano il 25 agosto. Grande soddisfazione da parte dei fan, che su Facebook gli hanno scritto per complimentarsi. E proprio su Facebook lui ha postato il commento che più di ogni altro testimonia il suo stato d'animo. "Lu Signore cu me la manda bona...Me mbriacu prima". E poi un grande sorriso. Ecco, Mino De Santis è proprio così: profondo, riflessivo, impertinente, irriverente, ironico e bravo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 27 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:11