Achille Lauro e il bicchiere sul palco dell'Ariston, arte o marketing? Ecco il vero motivo del gesto

Nessuna provocazione, nessun messaggio importante dietro da promuove per Achille Lauro ma solo una potentissima mossa di marketing da far invidia alla Ferragni. La risposta che ci lascia con un po' di tristezza

Achille Lauro e il bicchiere sul palco, quando l'arte si piega al marketing: ecco il motivo del gesto
Achille Lauro e il bicchiere sul palco, quando l'arte si piega al marketing: ecco il motivo del gesto
4 Minuti di Lettura
Domenica 6 Febbraio 2022, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio, 09:46

Sanremo è musica, talento, moda e ormai anche marketing. La kermesse canora giunta alla 72esima edizione si è mutata nel tempo aggiornandosi con tendenze contemporanee. E oggi sembra che il brand da "pubblicizzare" diventi protagonista dell'esibizione dei big in gara. Lo sa bene Achille Lauro che per la quarta volta è stato protagonista del Festival di Sanremo. Riposte nell'armadio le pailettes e i costumi con cui interpretava le dive iconiche degli anni passati per questo Sanremo 2022 il cantante ha dato spazio all'essenzialità, ma non solo. Petto e piedi nudi, pantaloni di pelle e camicie trasparenti. Il cantante quest'anno ha provocato senza trucchi. Per la finale di ieri l'eleganza dell'artista è stata indiscussa e tutti si chiedono perchè sia arrivato con un bicchiere di Martini sul palco. I fan di Achille da sempre sostengono che dietro a ogni gesto o scelta del cantante ci sia un significato molto profondo, così come è stato per il "battesimo" con cui Lauro ha stupito nella prima serata del Festival. Ma il bicchiere di ieri è molto di più, anzi di meno. 

 

Achille Lauro e il bicchiere di Martini

Scende la scalinata puntando sul rosa cipria firmato Gucci, colore con cui quest'anno gli stilisti al Festival hanno voluto dare un messaggio forte di inclusività, dimostrando di volersi ergere a paladino della moda genderless. Pantaloni classici, giacca monopetto con bavero rosa, panciotto doppiopetto in tinta e maxi fiore rosso all'occhiello, che ha fatto guadagnare 10 punti al FantaSanremo. Non sono mancati i gioielli a impreziosire l'outfit: bracciali e collana Serpenti di Bvlgari in oro bianco e diamanti. Ma la vera chicca è stato il calice di Martini con cui Achille Lauro per la sua Domenica ha sorseggiato all'Ariston. 

Loredana Berté, lettera d'amore ad Achille Lauro: «Nessuno aveva mai chiesto scusa a me e Mimì»

Le ipotesi

La prima ipotesi era che fosse un modo, un altro, per acquisire più  punti al FantaSanremo e sarebbe stata una risposta adeguata ma così non è stato. Poi è spuntata l'ipotesi che fosse per far un riferimento ai primi concerti dopo il successo di Rolls Roys, dove si presentava spesso sul palco con un bicchiere tra le mani. Ma neanche questa è la risposta esatta.

Sanremo 2022, pagelle finale: Ferilli e l'anti-monologo (10), Tananai fa il karaoke (3), Truppi "er canotta" (6)

La triste verità

La verità è un'altra: Lauro semplicemente è stato scelto come testimonial di un noto brand di vodka di lusso e, dopo aver taggato il marchio nelle sue foto social in completo rosa e drink tra le mani, ha pensato bene di continuare a far pubblicità al brand direttamente dal palco dell'Ariston e non solo da dietro le quinte. Perchè quel "Sanremo è Sanremo" scritto con il sangue di Luigi Tenco nel 1995 ha assunto una valenza soprattutto commerciale oggi. Nessuna provocazione, nessun messaggio importante dietro da promuove per Achille Lauro ma solo un modo per economizzare ancor di più la sua apparizione a Sanremo 2022. Una potentissima mossa di marketing da far invidia a Chiara Ferragni, ma che a noi ci lascia con un po' di tristezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA