«Lele è cosciente», c'è la conferma della Asl
Negramaro: «Le due settimane peggiori»

«Lele è cosciente», c'è la conferma della Asl
Negramaro: «Le due settimane peggiori»
Sono "in lieve ma continuo miglioramento le condizioni di salute" di Emanuele Spedicato. La conferma del miglioramento il chitarrista dei Negramaro che dallo scorso 17 settembre è ricoverato in Rianimazione al Vito Fazzi di Lecce per una emorragia cerebrale. Il bollettino medico diramato dall'Asl Lecce evidenzia che "pur restando la prognosi riservata, Spedicato ha evidenziato progressi dal punto di vista neurologico, recuperando lo stato di coscienza e dando risposte ai primi stimoli cui è stato sottoposto".

"In questi giorni - sottolineano i medici - i sanitari del reparto di Rianimazione dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce hanno monitorato costantemente i parametri vitali del paziente, risultati sempre buoni, e l'evoluzione del quadro clinico neurologico". 
La bella notizia della risposta volontaria agli stimoli era già trapelata nei giorni scorsi riaccendendo la speranza dopo due settimane col fiato sospeso. Ora arriva anche l'ufficialità.

In un post la band ha commentato: «Fratello, queste due settimane sono state le più difficili della nostra storia. Ci stai insegnando ad essere sempre pronti a lottare per l’amore che ci circonda, per quello che ti sta dando vigore in questi giorni, che ti arriva forte da ognuna delle persone che ti ha vissuto profondamente ma anche da chi ti conosce appena. La grande forza di volontà che hai dimostrato finora inizia a rasserenarci. Non smetteremo di incoraggiarti e a starti accanto fin quando non ti sarai ripreso la tua vita meravigliosa. Continua così, noi ci saremo sempre!».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 1 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 02-10-2018 12:05