Gli abbracci di Kids: venti spettacoli teatrali dal 28 dicembre al 6 gennaio

Mercoledì 23 Dicembre 2020 di Ilaria MARINACI

Ha rischiato davvero di non farsi, quest'anno, il festival Kids, tanto amato dalle famiglie salentine, ma che ha sempre puntato tutto sull'incontro, sulla socialità, sullo stare insieme.
Alla fine, però, con un grande atto di coraggio da parte dei promotori, si è deciso di spostare tutta la rassegna on line, on demand e gratuita. Anche il tema è figlio dei tempi: Abbracci sospesi.


Si parte il 28 dicembre e si prosegue fino al 6 gennaio, trasmettendo da Lecce. Kids. Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni è un progetto di Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro con la direzione artistica di Tonio De Nitto e Raffaella Romano. «Da sempre, la forza del Festival Kids spiegano i due direttori è fare rete, coinvolgere, valorizzare. Per fare questo abbiamo lavorato tanto, allestendo set, confrontandoci con l'audiovisivo immaginando così di poter abbracciare il nostro pubblico.


Gli abbracci sospesi sono abbracci impossibili o abbracci poetici, quelli che non dimentichiamo e che desideriamo». Venti appuntamenti con contenuti inediti, ideati per questa edizione speciale, nove giorni di programmazione (con una pausa a Capodanno) in compagnia dei racconti di In viaggio con le storie in scena sui vagoni storici del Museo Ferroviario, delle attività e dei laboratori del Kids Village, allestito nell'ex Convento dei Teatini, degli incontri in diretta dal Convitto Palmieri per ragionare insieme sui nuovi linguaggi e le nuove opportunità del teatro. Non mancheranno attività collaterali come il Barbonaggio teatrale delivery, i Pensierini di Natale e l'ormai consueta Operazione Robin Hood. Il tutto raccontato sul blog anche dai Piccoli critici. Ogni mattina alle 10 sul sito KidsFestival.it saranno disponibili i nuovi contenuti della giornata che saranno poi online per tutto il corso del festival. In viaggio con le storie prenderà il via lunedì con Rosafiore, moglie dell'imperatore di e con Daria Paoletta con figure di Raffaele Scarimboli (+ 5 anni), in collaborazione con Storie cucite a mano.

Il viaggio proseguirà con Canto di Natale, un adattamento da Charles Dickens di De Nitto con Ippolito Chiarello (29 dicembre), Il gigante e la farfallina di e con Otto Marco Mercante (30 dicembre), Vado a vivere su un albero, ispirato alla vera storia di Julia Butterfly Hill, di e con Ilaria Carlucci (31 dicembre), Junchio e la Principessa, tratto da Storia da maschio, storia da femmina di Valentina Diana con Silvia Lodi (2 gennaio), Viaggio al centro della terra dal romanzo di Jules Verne di e con Angela De Gaetano (3 gennaio), Le avventure di Huckleberry Finn dal romanzo di Mark Twain di e con Fabio Tinella, collaborazione all'adattamento di De Nitto (4 gennaio), Mio nonno e il mulo, ispirato a un racconto di Vasilij Grossman di e con Giuseppe Semeraro (5 gennaio) e Storia di un nuovo volo, liberamente ispirato a C'era una volta un albero di gelso di Anne Braff Brodzinsky, adattamento di De Nitto e Cristina Mileti, in scena con Jessica Labake Russo (6 gennaio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA