I set di Fellini nei grandi scatti di Franco Pinna: la mostra al castello volante

Sabato 25 Luglio 2020
Domenica 26 luglio il Castello Volante di Corigliano d'Otranto ospita l'inaugurazione della mostra "Fellini in scena! Fotografie di Franco Pinna" che proseguirà fino al 28 settembre. In occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, Archivio Franco Pinna, Castello Volante, Archivio Cinema del reale, Big Sur e OfficinaVisioni dedicano al grande regista scomparso nel 1993, universalmente riconosciuto come uno dei massimi artisti del '900, una straordinaria mostra fotografica. Curata da Claudio Domini e Paolo Pisanelli, Fellini in scena! propone oltre cento immagini, di cui molte inedite, riguardanti i film diretti dal regista e i vivaci backstage, dove prendevano vita sogni e visioni cinematografiche. 
 
L'Archivio Franco Pinna di Roma è infatti detentore di materiali in gran parte inediti o ancora poco noti, capaci di mostrare Fellini in tutto il suo straordinario istrionismo secondo aspetti altrove difficilmente riscontrabili con altrettanta evidenza e varietà, ora nel pieno della concentrazione e della tensione del momento in cui opera e plasma, ora divertito e divertente nel dirigere da capitano di ciurma, come talvolta definiva le sue troupe al lavoro e il variopinto entourage entro cui si muovevano, avventure di set movimentate e appassionanti come racconti a sé stanti.

La serata di inaugurazione si aprirà alle 19:30 (ingresso libero) con l'AperiLea, la domenica rainbow promossa in collaborazione con l'associazione LeA - Liberamente e Apertamente. Ad accogliere il pubblico l'aperitivo del nuovo Ristoro del Castello, un cocktail arcobaleno della Sartoria degli Spiriti e il dj set "felliniano" con Playgirls from caracas. Dalle 20:30 (ingresso 5 euro - fino ad esaurimento posti) "taglio del nastro" ufficiale della mostra che ospita fotografie a colori e in bianco e nero, in vari formati anche inconsueti come il panoramico. Alcune di esse sono già da tempo affermate come autentiche icone del cinema felliniano (il ballo della Masina in "Giulietta degli spiriti", il Mastorna sotto la neve in "Fellini. A Director's Notebook", il regista che si trucca da clown, il Rex di "Amarcord", ad esempio). L'esposizione accoglie le migliori stampe mai eseguite prima sul corpus felliniano di Pinna, restaurate digitalmente e realizzate direttamente dall’Archivio espressamente per questa occasione.

“Tutti i film di Federico Fellini sono viaggi al confine della linea che attraversa i sogni e la realtà, sono seduzioni e avventure di vita dentro e fuori da set caotici che Franco Pinna riusciva  sempre a fissare in scatti fotografici necessari e sorprendenti. L’amicizia e la complicità che legava Franco e Federico si ritrovano in questa mostra fotografica che comprende le foto di scena dei film e gli scatti rubati o messi in scena fuori dal set dove l’esuberanza di Federico dilagava e veniva accolta dalla presenza calma e tranquilla di Franco che governava le forme di tutto quello che inquadrava. Nel gioco delle inquadrature il film diventa fotografia e la fotografia sembra già divenire immagine in movimento”, sottolineano i curatori Claudio Domini, Paolo Pisanelli. 



  © RIPRODUZIONE RISERVATA