GFVip, la casa spaccata per i litigi. Nathaly Caldonazzo: «E’ il punto di non ritorno»

Dopo mesi di convinenza gli equilibri fra i coinquilini sono improvvisamente cambiati

Jessica Selassiè e Nathaly Caldonazzo (Foto per gentile concessione dell ufficio stampa Endemol Shine Italy)
Jessica Selassiè e Nathaly Caldonazzo (Foto per gentile concessione dell’ufficio stampa Endemol Shine Italy)
3 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Gennaio 2022, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio, 10:03

Negli ultimi giorni al Grande Fratello Vip gli equilibri sono totalmente cambiati. L’ingresso di nuovi concorrenti e soprattutto le liti di Katia Ricciarelli con alcuni coinquilini hanno diviso la casa in gruppi contrapposti in lotta fra di loro.

Jessica Selassiè e Nathaly Caldonazzo (Foto per gentile concessione dell’ufficio stampa Endemol Shine Italy)

LEGGI ANCHE > GF Vip, Katia Ricciarelli fuori controllo. Da «Scimmia» a «Ma è normale o è gay?», tutti gli scivoloni della soprano

GFVip, la casa spaccata per i litigi

E’ scontro fra bande al Grande Fratello Vip. Dopo tanti mesi insieme gli equilibri sono improvvisamente mutati e ora all’interno della casa ci sono due gruppi contrapposti: da una parte c’è infatti quello che si potrebbe definire il clan Ricciarelli, composto nel suo nocciolo duro da Manila, Carmen, Soleil e Valeria Marini che si oppone al team  formato dalle sorelle Selassiè, Miriana Trevian, Gianmaria, Sophie Codegoni e la nuova entrata Nathaly Caldonazzo.

Jessica e Lulù Selassiè in confessionale al GFVip (Foto per gentile concessione dell’ufficio stampa Endemol Shine Italy

Katia, che rischia la nomination e un provvedimento da parte degli autori per alcune sue frasi poco felici dette durante i litigi con i coinquilini, ha avuto diversi faccia a faccia proprio con la Caldonazzo. La showgirl però non sembra affatto spaventata dalla "sfida" e non intende assolutamente alzare bandiera bianca: «Io e Manila – ha spiegato - ci siamo chiarite su questo punto, le mie amiche le lascio libere di fare quello che vogliono. Questo è un punto di non ritorno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA