Pagelle finale Sanremo 2021,Fedez-Ferragni? (Nc), Vanoni bacchetta tutti (10), gli altri ospiti inutili (5)

Domenica 7 Marzo 2021 di Veronica Cursi

Fedez-Michielin (n.c.) Chiara Ferragni, la regina dei social italiana, chiede ai suoi 23 milioni di follower di votare per il marito Fedez e lui, dopo che nei giorni scorsi non aveva neppure sfiorato il podio, arriva (stranamente?) secondo. «Guardate cosa abbiamo fatto», dice Chiara ai suoi seguaci. Il Codacons chiede spiegazioni. Sarà un caso, saremo troppo sospettosi, ma il dubbio viene. E non solo a noi. 

I Maneskin (9) Bravi. Bravi. Bravi. Vittoria meritatissima. 

Zarrillo-Vallesi- Fogli (1) Veramente cantano dopo le 2 di notte? Il voto non è a loro ma alla scaletta da mandato di cattura. 

Amadeus (8) Annuncia che non farà il prossimo Festival. Quello di quest'anno non deve essere stato facile. Senza pubblico, senza grandi scossoni, senza tregua per noi che l'abbiamo seguito fino alle due di notte passate. 

Fiorello (9) Finalmente Fiore fa Fiore. Senza piume, parrucche, rossetti. Canta portando sul palco un omaggio a Little Tony. E sembra di rivederlo quando presentava Karaoke. La gag sull'opera fa molto ridere. Il Festival (diciamolo) l'ha salvato lui. 

Umberto Tozzi (10) Qual è il codice per votarlo? Umberto Tozzi, alla veneranda età di 69 anni, a mezzanotte e trenta passata risveglia il pubblico da casa ormai tramortito. In questo Festival di trasgressori, gender fuid, quadri, piume e parrucche arriva lui con una giacca nera e finalmente si vede uno show. Unico. 

Pagelle look finale Sanremo 2021: Orietta mago Otelma (1), Maneskin bomba sexy (9), Madame sposa (9)

Ibrahimovic (9) Alla fine se l'è cavata bene. Si è dimostrato un campione nella vita oltre che sul campo di calcio. E stasera ha sfoderato una bella formazione. «Grazie Italia, la mia seconda casa», dice commosso. 

Pagelle look finale Sanremo 2021: Gaia paralume (4), Amadeus impeccabile (9)

Serena Rossi (8) Ha una voce talmente bella che potrebbe gareggiare (e potrebbe pure vincere). E' bella, simpatica e spigliata. Un'artista completa. E c'è chi la vorrebbe candidata come conduttrice per il prossimo anno. Certo la promozione del suo nuovo programma Rai è un po' lunghina. 

Ornella Vanoni (10) Ce ne ha per tutti: Fiorello «che se canti pure tu noi che ci stiamo a fare», i capelli del direttore «quelli dell'orchestra sono tutti sfatti». A 86 anni dice e fa quello che vuole. Perché non averla tutte le serate? E quando canta è da pelle d'oca. Altro che auto-tune ragazzi, prendete esempio. 

Tecla Insolia (6)  Averla come super ospite forse è un po' esagerato. Anche perché pochi ricordano di averla vista in Sanremo giovani. Il pretesto è promuovere l'ennesima fiction Rai. Vabbè. 

Achille Lauro (8) Diciamoci la verità ci ha risvegliato in molti momenti sonnolenti di questa edizione. Potete amarlo o odiarlo ma le sue performance sono state l'unica vera novità di quest'anno. Per la finale chiede a Dio di benedire solo gli esseri umani. La scena del sangue che scorre sul petto già vista due puntate fa. 

Giovanna Botteri (7) Giornalista, inviata di guerra, una voce più che autorevole per raccontare quanto il Covid abbia cambiato le nostre vite. "L'anno che verrà" di Lucio Dalla diventa cronaca della pandemia nella voce di Giovanna. La corrispondente Rai da
Pechino declama i primi versi della canzone di Dalla, poi ripercorre
con Amadeus il periodo del festival dello scorso anno, quando in Italia ancora non era successo nulla ma in Cina c'era già il lockdown. «Noi ce la faremo, ne sono sicura», dice. Ci aspettavamo di più. 

Federica Pellegrini e Alberto Tomba (5) Presenza non proprio memorabile sul palco. Se non fosse che sono due grandissimi campioni dello sport questi super ospiti non rimarrano negli annali.  Non in quelli del Festival perlomeno. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA