Emma si racconta: canto, pulisco e cucino

Lunedì 6 Aprile 2020
«#Iostoacasa a Roma, non in Puglia. Ho scelto volontariamente di tenermi lontano dalla mia famiglia per tutelarli ed evitare che tutti si spostino. È giusto così. Appena finito questo periodo correrò ad abbracciarli. Comunque sto benissimo. Cucino torte come la bavarese, con ricetta di mia nonna. Oggi pollo alla cacciatora. Canto sui social. Mi coccolo facendo cure estetiche. Nel pomeriggio pedicure e trattamenti al viso. Faccio ginnastica e questa mattina ho anche spostato i mobili pulendo casa con l'aspirapolvere, così finalmente ho la tastiera del letto orientata a nord». Parola di Emma Marrone, che parla in collegamento telefonico della sua quarantena ai microfoni di Un Giorno da Pecora, il talk show di Rai Radio1, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, che oggi ha ospitato in contemporanea con Emma anche il sindaco di Firenze Dario Nardella. «Cara Emma spero di poterti conoscere il 13 ottobre quando verrai in concerto a Firenze al Mandela» ha detto Nardella. «Tanto più che Emma è nata a Firenze e poi si è trasferita in Puglia - sono intervenuti i conduttori - al contrario di Nardella che è nato in Puglia e poi è andato a vivere a Firenze». «A questo punto-dice dunque il sindaco - se Emma verrà in concerto il 13 ottobre a Firenze merita di prendere l'onorificenza del Comune, le quattro Chiavi della Città».
Infine, i conduttori rivelano che Nardella suona il violino e chiedono ai due ospiti di esibirsi in coppia ai microfoni. Così Emma conclude cantando Azzurro sulle note del violino del sindaco di Firenze. (ANSA) Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA