Taranta, on-line l'ultimo concerto di Daniele Durante

Taranta, on-line l'ultimo concerto di Daniele Durante
di Eraldo MARTUCCI
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Luglio 2021, 05:00

La novità più dirompente sulla scena della musica popolare a cavallo tra la fine del secolo scorso e gli inizi del 2000 è stata, per usare le parole dello storico e antropologo Antonio Fanelli, «l’enorme successo mediatico della Notte della Taranta, a seguito della complessa vicenda del rilancio della musica popolare del Salento». E di quel “rinascimento” anima indiscussa è stato Daniele Durante, il genio della “pizzica salentina” scomparso due mesi fa e direttore artistico della Notte della Taranta dal 2016.

Il concerto

Ora l’ultimo concerto da lui diretto diventa un affascinante viaggio musicale nella storia della manifestazione. Uno spettacolo tra le meraviglie di Puglia che da oggi alle 10 sarà disponibile gratuitamente in streaming sulla piattaforma ITsART. Dal titolo “Reincanto”, il concerto dell’Orchestra Popolare propone i brani della tradizione appositamente rivisitati attraverso l’incontro con i maestri concertatori che hanno diretto il Concertone dal 1998 al 2020. Le voci sono quelle di Enza Pagliara, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano, Consuelo Alfieri, Antonio Amato, Giancarlo Paglialunga e Salvatore Cavallo Galeanda. Tra i musicisti ci sono Giuseppe Astore, Nico Berardi, Valerio Combass Bruno, Alessandro Chiga, Roberto Chiga, Leonardo Cordella, Carlo De Pascali, Roberto Gemma, Giuseppe Grassi, Gianluca Longo, Antonio Marra, Alessandro Monteduro e Attilio Turrisi. I ballerini sono Laura Boccadamo, Mihaela Coluccia, Cristina Frassanito, Serena Pellegrino, Lucia Scarabino, Stefano Campagna, Andrea Caracuta, Marco Martano, Fabrizio Nigro e Mattia Politi.

Un viaggio lungo la Puglia

Un’opera inedita per un viaggio lungo la Puglia: dall’alba di Santa Maria di Leuca al tramonto sul Lago di Lesina, passando per Castel del Monte, Costa Ripagnola, Colonne romane e lungomare di Brindisi, Taranto vecchia, Porta Napoli e piazza Duomo a Lecce, e infine con l’apertura straordinaria notturna della cascata monumentale dell’Acquedotto Pugliese a Leuca.

Verrà dunque ripercorsa tutta la storia del Concertone con “Rilollalà”, il canto corale che aprì la prima edizione del 1998, e ancora seguendo la line-up: “Pizzica degli Ucci” (2003), “Ferma Zitella” (2001), “Santu Paulu” (1999), “Teresina” (2013), “Ndo Ndo” (2007), “Pizzica” di Torchiarolo (2012), “Tonni Tonni” (2002), “Rondinella” (2010), “Pecuraru” (2019), “Carceri” (2016), “Taranta di Lizzano” (2018), “La Cerva” (2017), “Beddha ci dormi” (2020), “Sia Bendettu” (2004) e “Calinitta” (2015)

Ma “Reincanto” è anche la storia di Daniele Durante, che ha amato la musica fino alla fine e che il 17 maggio scorso ha deciso, nonostante le sue difficili condizioni di salute, di raggiungere Santa Maria di Leuca per partecipare al concerto che ha richiesto tre mesi di registrazioni in sala prove.

«Ha fortemente voluto quest’opera alla quale si è aggrappato per continuare a creare, anche nei suoi giorni più difficili, ciò che amava: suonare, creare nuove visioni, accettare la sfida del digitale», sottolinea il presidente della Fondazione Notte della Taranta, Massimo Manera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA