Cinema Europeo, l'omaggio al maestro del brivido Dario Argento

Mercoledì 14 Ottobre 2020

Dario Argento sarà il “Protagonista del cinema italiano” della XXI edizione del Festival del Cinema Europeo - diretto da Alberto La Monica - in programma dal 31 ottobre al 7 novembre al Multisala Massimo. Il regista riceverà l’Ulivo d’Oro alla carriera e la sera del 3 novembre dialogherà con il pubblico in sala, collegato in diretta streaming, durante un incontro condotto da Steve Della Casa. Al regista è dedicata una retrospettiva con sei titoli: “L’uccello dalle ali di cristallo” (Italia, 1970), “Profondo Rosso” (Italia 1975), “Suspiria” (Italia, 1977), “Inferno” (Italia, 1980), “Phenomena” (Italia, 1985), “La terza madre” (Italia, 2007).

Il Festival ricorda la grande poetessa Alda Merini, nell’anniversario della scomparsa, con la presentazione in anteprima del suo libro “Fate l’amore. Alda Dante Rock”, realizzato con Cosimo Damiano Damato, con un album di Giuliano Grittini, fotografo, pubblicato da Compagnia editoriale Aliberti (1 novembre, ore 19, Libreria Liberrima). La Merini, con le sue parole, raccolte da Damato in una lunga conversazione, ricorda gli uomini che ha amato, il manicomio, la guerra, la gloria, l’abbandono e traccia ritratti di Pasolini e Quasimodo. Alle ore 21 si prosegue al Teatro Apollo con il Recital “Fate l’amore (Alda Dante Rock)”, con Violante Placido (voce recitante), Cosimo Damiano Damato (voce narrante), Erica Mou (canzoni dal vivo) e Riviera Lazeri (violoncello).

Lunedì 2 novembre, infine, la proiezione del film “Alda Merini. Una donna sul palcoscenico” di Cosimo Damiano Damato (presentato nel 2009 alla Mostra del Cinema di Venezia, Giornate degli Autori) con la voce recitante di Mariangela Melato. Un documentario, girato in presa diretta in più di tre anni, nella casa della Merini che si racconta, mettendo a nudo la sua anima. A 11 anni dall’uscita, il regista ha rimontato il film, aggiungendo sequenze inedite.

 

Ritorna anche in questa edizione la sezione Cinema e Realtà, che ogni anno pone l’attenzione su temi sociali e culturali di rilievo, attraverso i documentari selezionati. Un’occasione di riflessione e di approfondimento su argomenti ed eventi contemporanei e su temi e realtà legati al territorio.

Undici i documentari che, come sempre, saranno presentati al pubblico dai registi, accompagnati da dibattiti e tavole rotonde. Tra i titoli selezionati, in anteprima mondiale il film Rock the world (Italia, Jamaica, 2020) di Federico Giannace, che sarà presente in sala con gli artisti salentini Ska Nation Band e, in collegamento, con il musicista giamaicano Richie Stephens.

Tra i molteplici ospiti del Festival al Multisala Massimo, la cantante Tosca per la presentazione del documentario Il suono della voce (Italia, 2019) di Emanuela Giordano di cui è protagonista.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA