Via col Vento compie 80 anni e uno dei protagonisti è ancora in vita: le curiosità sul film che ha fatto la storia del cinema

Lunedì 16 Dicembre 2019 di Silvia Natella
Via col Vento compie 80 anni e uno dei protagonisti è ancora in vita: le curiosità sul film che ha fatto la storia del cinema
"Via col Vento" compie 80 anni. Era il 15 dicembre 1939 quando il film, tratto dal romanzo "Gone with the wind" di Margaret Mitchell, usciva nelle sale statunitensi. I protagonisti diretti sul grande schermo da Victor Fleming avevano i volti di Vivien Leigh e Clark Gable. La loro storia d'amore con sullo sfondo la guerra di secessione americana ha appassionato intere generazioni facendo di questo kolossal storico uno dei film più amati di sempre. "Domani è un altro giorno" è una frase usata nel linguaggio comune, ma è una citazione, tra le più fortunate della storia del cinema. Ecco qualche curiosità sul film. 

Leggi anche > Meghan Markle incinta? Le voci su un suo secondo figlio: «Nascerebbe negli Stati Uniti»

La prima si svolse al Loew's Grand Theatre di Atlanta, 300mila persone si misero in fila per vedere il film e nei tre giorni successivi esplose la mania di sfilare per le strade della città con costumi d'epoca, gonne ampie e busti per le donne e giacche con i bordi in rilievo per gli uomini. Unica nota stonata il divieto agli attori di colore del cast, parte integrante della storia, di partecipare alla prima a causa delle leggi razziali in vigore. Assente anche Leslie Howard, l’attore che prestava il volto ad Ashley, perché tornato in Inghilterra a causa dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Proprio in quell'anno la Germania aveva invaso la Polonia scatenando il conflitto. 


Gli attori che interpretavano Rossella O’Hara e Rhett Butler arrivarono in limousine, ma Clark Gable minacciò di boicottare l'evento proprio per essere solidale nei confronti di Hattie McDaniel, la famosissima Mami e la prima attrice nera a vincere un Oscar, che a causa della sua pelle non potè presenziare alla prima. Le leggi razziali sarebbero state abolite negli Stati Uniti solo quindici anni dopo e fu la collega a convincere Gable a partecipare.


Per la Georgia fu una vera e propria festa di Stato e il governatore Eurith D. Rivers fece di tutto per dare risonanza all'impatto che il film ebbe sulla popolazione. Il presidente Carter ricordò la serata come «il più grande evento mai accaduto nel Sud della mia vita». Seguirono altre anteprime a New York e a Los Angeles, ma con meno folklore. Il clamore, invece, caratterizzò tutte le proiezioni e il pubblico si lasciò trascinare dal temperamento di Rossella, Scarlett nella versione originale. 
Furono tre i registi che si avvicendarono dietro la macchina da presa, 1400 le attrici provinate per ottenere la parte di Rossella O’Hara. Vivien Leigh riuscì a sbaragliare la concorrenza e a vincere l'Oscar come migliore protagonista femminile. Per realizzare la pellicola fu stanziato un budget di 3.5 milioni di dollari, tra i più alti della storia del cinema insieme a quello di "Ben Hur".  


L'unico protagonista morto sul set è stato paradossalmente Melania Hamilton, interpretata dalla ormai centenaria Olivia de Havilland, che nella realtà ha compiuto 103 anni. Tra le altre curiosità quella relativa al dietro le quinte del bacio più famoso del grande schermo, ovvero quello tra Rossella e Rhett mentre Atlanta bruciava. Molti anni dopo si è scoperto che Clark Gable indossava una dentiera al seguito di un’infezione gengivale che gli aveva fatto perdere tutti i denti e che gli lasciava un alito pestilenziale. Dettagli che fanno sorridere, ma non fanno smettere di sognare. Magari canticchiando la celebre colonna sonora.  
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA