Tom Hanks racconta i sintomi del Covid: «Dolori paralizzanti, non riuscivo a concentrarmi»

Martedì 7 Luglio 2020
Tom Hanks racconta i sintomi del Covid: «Dolori paralizzanti, non riuscivo a concentrarmi»
Tom Hanks è stato uno dei primi personaggi famosi a contrarre il Covid-19, insieme a sua moglie Rita Wilson: per l’attore di Forrest Gump e Il miglio verde l’esperienza della malattia è stata parecchio probante, e da settimane nelle sue dichiarazioni pubbliche chiede prudenza, di usare la mascherina e di mantenere le distanze. I suoi sintomi li ha raccontati in un’intervista al Guardian, in cui parla di «dolori paralizzanti».

Leggi anche > Coronavirus, 34enne positivo dopo il volo per Firenze: scatta l'allarme, controlli ai passeggeri

«Ero sempre affaticato, non riuscivo a concentrarmi su niente per più di 12 minuti», ha detto Hanks. «Mia moglie aveva forte nausea, una febbre molto più alta della mia e ha perso il gusto e l’olfatto. Il nostro disagio a causa del virus è durato due settimane, ma abbiamo avuto reazioni molto diverse», ha aggiunto.



L’attore, 63 anni, ha il diabete di tipo 2, il che lo pone a rischio: «Non ero il candidato ideale - spiega - ma finché non è salita pericolosamente la febbre, e non è arrivato qualcosa che potesse essere polmonite, non ci siamo preoccupati». E ora predica prudenza: «Ci sono tre cose che dobbiamo fare, mettere la mascherina, lavarsi le mani e mantenere le distanze. Non capisco come si possa abbassare lo sguardo e dire ‘Non voglio fare la mia parte’». Ultimo aggiornamento: 10:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA