Alec Baldwin, la famiglia di Halyna Hutchins fa causa all'attore per omicidio colposo

Secondo l'avvocato della famiglia di Hutchins la «condotta sconsiderata e il risparmio sui costi di produzione hanno portato alla morte di Halyna»

Martedì 15 Febbraio 2022
Alec Baldwin - Halyna Hutchins

La famiglia di Halyna Hutchins, la direttrice della fotografia uccisa sul set del film Rust da un colpo sparato da Alec Baldwin, ha fatto causa all'attore e ai produttori per omicidio colposo. Lo riportano i media americani. La «condotta sconsiderata e il risparmio sui costi di produzione» da parte di Baldwin e degli altri produttori del film «hanno portato alla morte di Halyna Hutchins», ha dichiarato l'avvocato della famiglia Brian Panish che ha aggiunto «Il signor Baldwin e gli altri erano e sono responsabili della sicurezza sul luogo di lavoro».

 

Leggi anche > Djokovic e il vaccino, Ryanair lo prende in giro: «Non siamo una compagnia aerea, ma facciamo volare gli aerei»

 

Questa è la prima azione legale della famiglia di Hutchins per l'incidente che nell'ottobre 2021 uccise la direttrice della fotografia uccisa sul set. La causa, riporta RollingStone, è stata intentata nel New Mexico, dove è avvenuto l'incidente, ed è stata annunciata in una conferenza stampa a Los Angeles dall'avvocato della famiglia. Secondo Panish le prove contro Baldwin e gli altri sono «schiaccianti». Insieme a Baldwin, la causa per omicidio colposo riguarda anche il produttore di Rust Ryan Donnell Smith, così come molti altri, tra cui la responsabile delle armi sul set Hannah Gutierrez-Reed, l'assistente alla regia Dave Halls, Sarah Zachary e Seth Kenney. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA