Si riparte a ritmo di musica. E nel Salento torna l'aria di festa

Venerdì 28 Maggio 2021 di Rita DE BERNART

Salento è musica. Mentre la Puglia turistica riparte, un po' a fatica ma con grandi aspettative, c'è un variegato fermento culturale, fermo al palo da oltre un anno, che lavora accanto al mondo delle imprese, stimolando interesse e curiosità dei viaggiatori, che è pronto a creare connessioni e farsi traino dell'estate salentina e pugliese. Attesi i concerti, dopo un anno di performance degli artisti sui balconi e sui tetti del mondo. Tanti i nomi già confermati: Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Colapesce e Di Martino in Piazza Libertini a Lecce; Gianna Nannini, che si esibirà in un concerto piano e voce nel Fossato del Castello nell'ambito dell'Otranto Summer Festival; i promettenti Maneskin, freschi della vittoria all'Eurovision Contest, per la tappa di Battiti Live sempre a Otranto; e, si vocifera, il ritorno nel Salento di Vinicio Capossela.

 

Il calendario degli eventi


Dal concertone della Notte della Taranta al Festival Itinerante, annullato lo scorso anno il giorno prima della data di partenza, dalle tappe salentine di Battiti Live ai concerti dei grandi cantautori e delle nuove promesse, tornano dunque quest'anno gli eventi in presenza. Tutto in chiave diversa, più intimista e meno caotica, capace comunque di unire musica e territorio, coinvolgendo non solo le piazze ma anche i castelli, i chiostri e i musei. Poche persone, ascolto attento, godibilità artistica e scoperta del luogo. E poi arte, teatro, enogastronomia, mare e campagna. Un sentire l'estate con una vibrazione che fa tendenza, che ha fatto del Salento negli ultimi anni una terra promessa di vacanzieri da tutto il mondo e che anche nella seconda stagione Covid è al top delle preferenze. Non solo per il mare e le spiagge, che continuano ad attrarre e registrare alto gradimento, ma per l'accoglienza, calda e cordiale, il barocco e i piccoli borghi e i grandi eventi musicali appunto, le sagre, le feste patronali. C'è ancora la grande incognita delle modalità, il numero di spettatori consentiti, fissato per ora ad un massimo di mille persone per i luoghi all'aperto e 500 persone al chiuso. Gli spettacoli devono svolgersi esclusivamente con posti a sedere pre-assegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi che per il personale, e con una capienza totale non superiore del 50% di quella massima autorizzata. Nessuna indicazione al momento per le sagre, che con molta probabilità non si potranno svolgere (ma non è detto), così come le feste patronali, né per gli eventi enogastronomici simbolo dell'estate salentina come il Mercatino del Gusto a Maglie. Si vedrà. L'estate è ancora alle porte, anche se gli eventi richiedono programmazione anticipata.

 

Le incognite


C'è da considerare l'andamento della pandemia e quali saranno le nuove decisioni assunte dal Governo in caso di zona bianca e di abolizione del coprifuoco. Intanto si lavora per ospitare il pubblico in presenza in condizioni ottimali di sicurezza e per offrire un panorama di eventi per tutti i gusti e le età, per animare la stagione. Se per il Festival itinerante della Notte della taranta sono ad oggi confermate le 19 tappe, per il Concertone, previsto il 28 agosto, e per il quale è confermata la diretta televisiva, la Fondazione sta ragionando con la Regione circa la possibilità di avere il pubblico anche in virtù dei protocolli in fase di studio per la riapertura delle discoteche. Anche in questo caso, si potrebbe ipotizzare un accesso mediante green pass o tampone. Tutto è in itinere. La promessa c'è. E d'altra parte anche Pugliapromozione, nei giorni scorsi, ha annunciato che la stagione estiva prevede un palinsesto che sarà comunicato con un unico brand: Redbull Cliff Diving, Libro possibile, La Notte della taranta, Medimex, Battiti Live, e tantissimi festival musicali e cinematografici, le rassegne teatrali e letterarie, le mostre. Torneranno il Festival dell'Armonia e il Salento book Festival, e i concerti di Coolclub che quest'anno si svolgeranno tra il Castello di Corigliano d'Otranto e Melpignano. Tra i nomi Paolo Benvegnù , Cristina Donà, Cristiano Godano, Francesco Bianconi e, per i più giovani, Ariete e Venerus. Del tutto in forse invece il filone delle feste in spiaggia, grande attrattiva del segmento del turismo giovanile, soprattutto sulla costa jonica salentina.
Al momento questo tipo di intrattenimento non è stato normato. Una questione che potrebbe sbloccarsi di pari passo con quella delle discoteche e dell'evento test ipotizzato proprio a Gallipoli per il prossimo 12 giugno. Il territorio salentino, Gallipoli in testa, ha fatto scuola negli ultimi 10 anni per il turismo della notte attirando decine di migliaia di giovani, e meno giovani, appassionati della disco e della Movida, tanto da candidarsi a location nazionale insieme a Milano per la prova generale in vista della riapertura in sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA