L'euforia dei tifosi: «Un risultato di prestigio per il territorio salentino»

La soddisfazione dal mondo delle aziende dell’università e dai professionisti: «È un traguardo di grande valore non soltanto in ambito calcistico»

Domenica 8 Maggio 2022 di Andrea TAFURO

L’euforia per la promozione del Lecce in serie A continua a contagiare tutto il Salento, con il susseguirsi di attestati di gioia e complimenti a società, staff tecnico e squadra, dai rappresentanti del mondo accademico, imprenditoriale, società civile, arte e sport. Tutti d’accordo sul valore di un successo che lancia nell’Olimpo del calcio il sodalizio giallorosso e l’intero territorio.

La tattica - Densità, rotazioni e fasce: il 4-3-3 per dettare legge

«La promozione in Serie A del Lecce – ha dichiarato il rettore di Unisalento, Fabio Pollice - è una grande soddisfazione per i tifosi e l’intero territorio. Complimenti al presidente Saverio Sticchi Damiani, docente del nostro Ateneo, e grande motivo d’orgoglio. L’ Università del Salento aspira ad essere per la comunità locale quello che la comunità locale è per la squadra del Lecce: il “12esimo uomo in campo”. Non possiamo perciò non gioire, insieme a tutta la comunità salentina, per questo ambito traguardo. Un risultato conseguito grazie al talento e alla passione dei suoi giocatori, del suo allenatore, di tutto il Lecce Calcio. Passione e talento ecco qual è la ricetta per riportare il nostro territorio su un sentiero di sviluppo, per ricordare al popolo salentino che nessun obiettivo potrà essergli precluso se tornerà a credere in se stesso, nelle proprie capacità, nelle infinite potenzialità del proprio territorio».

Le donne - Supporto, baci e dediche: la Serie A è anche loro

«Un traguardo di prestigio per società, città e l’intera provincia», è il commento dell’imprenditore leccese, Giancarlo Negro, amministratore della società “Links” e già presidente di Confindustria Lecce. «La serie A – aggiunge Negro - rappresenta una vetrina e un canale di comunicazione importante dal punto di vista economico e sociale. In ambito sportivo è stato fatto un grande passo, frutto di un lavoro serio della società, di grande competenza della direzione tecnica e dell’esperienza di Pantaleo Corvino, che ha permesso di individuare e mettere a valore dei giovani talenti. Strada che sicuramente dovremo perseguire in futuro per consolidare una realtà provinciale, che con competenza e passione può raggiungere altri grandi traguardi».

Entusiasmo contagioso in casa Links, confermato dal socio ed ex sindaco di Lecce, Paolo Perrone. «È una gioia sportiva immensa e al contempo una grande occasione d’immagine per il territorio, che saprà farsi valere all’interno di un meridione che purtroppo non eccelle per presenze in massima serie». Di miracolo sportivo parla invece Alberto Paglialunga, Ceo di Deghi Shop. «Il Lecce è la settima squadra per monte ingaggi della B, con la rosa giocatori tra le più giovani del torneo. Ma nonostante questo ha condotto un campionato esemplare con Coda capocannoniere e la difesa meno battuta al cospetto di vere e proprie corazzate. La serie A è un miracolo da difendere e servirà l’impegno di tutte le componenti del territorio per supportare gli sforzi compiuti dalla società giallorossa».

Un volo da sogno: Lecce, è solo l'inizio

Da 60 anni al fianco dei colori giallorossi anche l’avvocato e super tifoso Luigi Rella. «Il Lecce ha vinto uno dei campionati di B più competitivi e belli di sempre. La società si è dimostrata all’altezza e il difficile successo è merito di tutte le componenti». Tra i pareri più entusiasti anche quello di Nicola D’Angelo, dirigente medico del 118 di Lecce: «La vittoria del campionato di serie B permette al Lecce di tornare con merito nel calcio che conta. Questo traguardo è merito di un gruppo capace di superare la difficoltà agonistiche della cadetteria, e sanitarie della pandemia, e di concludere il campionato al primo posto davanti al pubblico di casa finalmente libero di gioire senza limitazioni e restrizioni. Il Lecce torna in A, ed è una grande emozione per i grandi ma soprattutto per i bambini che vivono con passione le sorti della squadra giallorossa». Gioia e soddisfazione per il salto in A che viaggia anche sui social dei vip: Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro, in un post facebook che lo ritrae con la maglia giallorossa sul petto ha esultato: «AAA cercasi e trovata A» con tag rivolto all’Unione sportiva Lecce. Vittoria sportiva commentata con entusiasmo anche da Luana De Mitri, delegata provinciale della Federazione italiana giuoco calcio (Figc Lecce): «Grande merito del successo al presidente Saverio Sticchi Damiani che ha saputo scegliere e guidare il gruppo con tenacia alla conquista della massima serie. Il traguardo del Lecce è motivo di orgoglio per tutto il territorio e per l’intero movimento calcistico salentino, che ora potrà guardare con rinnovata fiducia al futuro con l’obiettivo di confermarsi ai massimi livelli».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 19:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA