Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Baroni, giorni decisivi per il nuovo contratto

Baroni, giorni decisivi per il nuovo contratto
di Lino DE LORENZIS
3 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 10:08 - Ultimo aggiornamento: 10:09

È il giorno dei saluti. Mister Baroni ha dato appuntamento ai suoi ragazzi per questa mattina, alle ore 11, allo stadio Via del Mare, per l'ultima seduta di allenamento della stagione. Dopodiché il tecnico fiorentino ordinerà il tradizionale rompete le righe e tutti saranno liberi di andare in vacanza. Che non sarà però particolarmente lunga considerato che il campionato di serie A 2022-2023 prenderà il via tra il 13 e il 14 di agosto. Ciò significa che le squadre del massimo campionato italiano cominceranno il ritiro estivo presumibilmente tra la fine di giugno e i primi giorni di luglio.

Per alcuni dei protagonisti della promozione in serie A quello di oggi potrebbe essere anche il giorno dell'addio al Lecce e al Salento, molto dipenderà dalle scelte tecniche che verranno fatte nei prossimi giorni dalla coppia Corvino-Trinchera d'intesa con l'allenatore. Ed ecco il punto. Quello del tecnico che siederà sulla panchina del Lecce nel prossimo campionato di serie A è il primo nodo da sciogliere.

Il futuro

Come è stato sottolineato a più riprese nelle ultime ore dai vertici societari e dai responsabili del mercato, nei giorni frenetici e di grande pressione che hanno preceduto la vittoria del campionato non si è mai parlato con Baroni della prossima stagione. Ogni discorso infatti è stato rinviato al termine della stagione, così come era stato deciso il 1° luglio 2021 quando Marco Baroni si era legato al Lecce con un contratto fino al 30 giugno 2022 che non prevedeva nessuna clausola o opzione sugli anni futuri. Del resto, più volte lo stesso Baroni nel corso della stagione ha detto chiaramente ho firmato per una sola stagione perché ho deciso di scommettere sul mio lavoro. Chiaramente, a questo punto, l'allenatore fiorentino sarebbe ben felice di restare sulla panchina giallorossa per continuare il lavoro cominciato poco meno di un anno fa e che a distanza di undici mesi ha prodotto una promozione in A.

Lo stesso Baroni, sabato sera, nel corso della serata di festa organizzata presso il ristorante La Dogana, a Lecce, ha preso la parola e dopo aver rivolto un ringraziamento a tutti ha ricordato un aneddoto legato alla scorsa estate. «Il 16 giugno, quando ho annunciato attraverso il mio profilo Instagram il ritorno al Lecce ho scritto un messaggio per me molto importante: Una terra che ho vissuto, una maglia che ho indossato, ci sono colori che resistono indissolubili nel tempo. Le sfide si scrivono sempre INSIEME. E così è stato. Baroni è stato molto bravo nel formare attorno a sé un gruppo compatto e sempre unito che, tra mille difficoltà legate soprattutto al valore delle rivali, è riuscito comunque a chiudere la stagione da primo della classe. Nelle prossime ore probabilmente ci sarà un primo incontro preliminare prima di sedersi attorno ad un tavolo per parlare del rinnovo del contratto. Le sensazioni sono positive, Baroni dovrebbe restare in sella al Lecce. Ma mai dire mai. Per informazioni basta chiedere a Nedo Sonetti e Giuseppe Papadopulo, non riconfermati dopo la vittoria del campionato di serie B. Momenti diversi, situazioni diverse che fanno comunque parte della storia del Lecce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA