Tenuta Corallo Winery: il sogno di una cantina sul mare del Salento.

A CURA DI PIEMME S.p.a Giovedì 11 Aprile 2019
Video Reportage di Barbara Politi​​

Sabbiosa e incontaminata, la Baia dei Turchi appartiene all'Oasi protetta dei Laghi Alimini, uno degli ecosistemi più importanti della Puglia. I vigneti di Tenuta Corallo si estendono su questa distesa, a metà fra cielo e mare.

Affacciata sulla Baia dei Turchi di Otranto, a due passi dal mare, la cantina di Enzo e Gabriella Marti nasce pochi anni fa da un connubio vincente: l’amore per la propria terra, il Salento, e la grande passione per il mare.
È questa forte energia che porta i coniugi, imprenditori nel settore turistico da circa 25 anni, a rilevare una tenuta di 13 ettari in cui impiantare una vigna coltivata in regime biologico e separata dal mare soltanto da una sottile linea di macchia mediterranea.
La cantina dunque, di nuovissima costruzione, di dispone su due livelli in cui trovano spazio una sala show-room, un laboratorio, una grande sala serbatoi refrigerati e una barriccaia di circa 100 mq.
 
 

Aperta a gruppi di visitatori, su prenotazione, Tenuta Corallo accoglie anche un ricercato agriturismo e wine resort dotato di ogni confort e realizzato con una architettura tipicamente salentina. Quattro i vini della gamma, tutti rappresentativi dei vitigni tipici del territorio salentino: “Orterosse”, Primitivo in purezza, “Matrìa”, Negroamaro rosato 100%, “Chora”, Fiano in purezza e “Mesena”, Negroamaro in purezza. Come spiega l’enologo, Giuseppe Pizzolante, i nomi delle etichette sono un richiamo alle radici, alla tradizione grika della zona, essendo Otranto permeata di storia.

www.tenutacorallo.it Ultimo aggiornamento: 17:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA