Scuola, le Regioni vogliono chiuderle ma il Governo dice no

Venerdì 26 Febbraio 2021

Le regioni hanno chiesto di poter chiudere le scuole ma dal governo è arrivato il No. Alcune regioni hanno infatti chiesto di tenere aperte le attività economiche, di aumentarne anche gli orari in alcuni casi, ma di chiudere le scuole per il rischio di diffusione del Covid. Un'ipotesi considerata contraddittoria del governo che ha rifiutato.

 

Leggi anche > Covid, sei Regioni rischiano l'arancione: «Anche Lazio e Lombardia». Campania ed Emilia in zona rossa?

 

Durante l’incontro tra governo e regioni le divisioni sul tema della scuola è emerso più evidente che mai. Alcune Regioni, capeggiate da Veneto, Puglia, Friuli Venezia Giulia e Campania hanno chiesto di far valutare al Comitato tecnico-scientifico l’impatto della scuola in presenza sulla situazione epidemiologica. Per ora il governo, per voce della ministra degli affari regionali Gelmini, ha rifiutato la richiesta ritenendola contraddittoria, così come il ministro Speranza che ha aggiunto che la valutazione della chiusura delle scuole dovrà basarsi su un'attenta analisi.

 

Le risposte dei ministri hanno però incontrato la disapprovazione dei governatori regionali tra chi ha parlato di necessità di vaccinazioni prima delle riaperture e chi di un rischio di aggregazione che potrebbe essere pericoloso tanto quanto quello che si cerca di evitare nelle attività commerciali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA