Scuola, la Dad potrebbe essere il futuro? Bianchi: «Fare tesoro di questa esperienza»

Giovedì 4 Marzo 2021

La didattica a distanza porebbe essere il futuro della scuola italiana? Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, che si trova a dover gestire la situazione Covid nelle scuole, ha spiegato che il modello di dad non è così sbagliato e potrebbe rimanere anche dopo la pandemia.

 

Leggi anche > La Lombardia passa in arancione scuro. Quattro regioni a rischio zona rossa, Lazio in bilico

 

L'obiettivo è quello di tornare in classe e di garantire a tutti i ragazzi il diritto all'istruzione ma spiega: «Si tornerà a scuola ragionando su quello che è avvenuto, non cancellando il passato ma ragionandoci su per avere una scuola e un mondo del lavoro più avanzato», ha detto a Radio Rai 1 Bianchi. 

 

«In questo anno i nostri insegnanti hanno lavorato in situazioni difficilissime, va loro riconosciuto, è un patrimonio che non può essere disperso. Dopo si tornerà in presenza facendo tesoro delle esperienze, Bisogna allargare le nostre capacità», ha ribadito. Sebbene l'intento del Governo Draghi sia stato da subito quello di portare i ragazzi in classe, su spinta del Cts, alla luce della diffusione delle varianti, è stato stabiito che gli istituti di ogni ordine e grado in zona rossa e nelle zone in cui l'incidenza sui sette giorni supera i 250 casi ogni 100mila abitanti, resteranno chiuse. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA