Mascherine Ffp2, come riconoscere quelle vere da quelle false: i consigli dell'Iss

Martedì 2 Marzo 2021
Mascherine Ffp2, come riconoscere quelle vere da quelle false: i consigli dell'Iss

È allarme mascherine Ffp2. L'Iss raccomanda di «acquistare le mascherine in canali ufficiali, come le farmacie o i supermercati» e aiuta a distinguere quelle autentiche e sicure. Per difendersi da eventuali falsi che non garantiscono la funzionalità «le mascherine Ffp2 vanno sempre acquistate in canali ufficiali, come le farmacie o i supermercati, controllando che all'esterno ci sia scritto 'a norma Uni En149:2001', per essere sicuri che si tratti proprio di una mascherina Ffp2». Sono i consigli di Paolo D'Ancona, medico epidemiologo dell'Istituto superiore di Sanità.

 

Leggi anche > Nuovo Dpcm, diretta conferenza stampa. Speranza: «In zona rossa scuole chiuse» Gelmini: «200 milioni per famiglie»

 

«E bisogna diffidare in caso si evidenzino difetti di qualità, come la mancata aderenza al volto, il distacco degli elastici o forme differenti tra una mascherina e l'altra», ha dichiarato D'Ancona all'Adnkronos intervenendo dopo le denunce apparse sulla stampa in merito alla circolazione di prodotti contraffatti. «Non è facile - ammette D'Ancona - riconoscere se la mascherina è falsa oppure no. Sono necessari appositi controlli, fatti in laboratori specializzati».

 

«Il consumatore è garantito dalle certificazioni, con le indicazioni dei test eseguiti, che accompagnano i prodotti». Una garanzia che, ovviamente, salta, in caso di truffe. «Una Ffp2 - conclude D'Ancona - deve aderire bene al volto e la qualità deve essere costante. Quando ci sono difetti che saltano agli occhi bisogna sospettare».

Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 13:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA