Polonia, il piano della resa. «Era pronta a cedere il 40% dei suoi territori in caso di invasione russa», il documento dal ministero

di Alessandro Rosi
Lunedì 18 Settembre 2023, 19:02 - Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 00:33 | 1 Minuto di Lettura

Il documento "top secret"

Il piano di difesa era stato concordato nel 2011 ed elaborato in caso di invasione russa della Polonia. Nel documento (classificato come top secret nel 2013) si legge che, dopo “il ritiro nel perimetro strategico, gli sforzi principali saranno volti a fermare l’offensiva nemica e a mantenere le teste di ponte sulla riva destra della Vistola, nonché ad assicurare l’accoglienza delle truppe alleate della NATO”. Viene inoltre sottolineato che nel 2011 le forze della NATO impiegarono fino a 14 giorni per schierare un contingente militare internazionale in Polonia e iniziare a resistere all’invasione russa. Durante quel periodo, l’esercito polacco dovette frenare da solo l’opposizione, guadagnando tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA