Viaggiare all'estero, regole dalla Spagna alla Grecia: green pass e tamponi, cosa cambia da Paese a Paese

di Stefania Piras
Giovedì 10 Febbraio 2022, 14:52 - Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio, 18:08 | 1 Minuto di Lettura

Regno Unito


I viaggiatori con vaccinazione completa e con Green pass devono: prenotare un tampone, molecolare o rapido LFT, da svolgere nel Regno Unito entro il 2° giorno dopo l’arrivo da una lista di centri medici autorizzati (anche se si intende rimanere meno di due giorni è consentito lasciare il Regno Unito senza aver completato ma pagato comunque il tampone). In caso di esito positivo il viaggiatore dovrà autoisolarsi per 10 giorni. Devono anche compilare il passenger locator form (indicando lì gli estremi della prenotazione del tampone “day 2 test” dichiarando di non aver transitato in un Paese ad alto rischio -“red list countries”) nei 10 giorni precedenti l'arrivo nel Regno Unito e di aver completato un ciclo di vaccinazione contro il coronavirus con uno dei vaccini accettati dal Regno Unito: Pfizer/BioNTech, Oxford/AstraZeneca, Moderna, Janssen, Sinovac, Sinopharm Beijing, Covishield e Covaxin. Alla frontiera insieme al passaporto si deve mostrare, su richiesta, il Green pass. Tutte le informazioni si trovano sul sito del Ministero degli Esteri. 


  

© RIPRODUZIONE RISERVATA