Dengue, cos'è e come si manifesta il virus: «Febbre alta e macchie simili al morbillo»

Lunedì 9 Aprile 2018
Dengue, cos'è e come si manifesta il virus: «Febbre alta e macchie simili al morbillo»

La dengue, malattia virale tornata agli onori delle cronache per via di alcuni casi tra Toscana ed Emilia Romagna (4 ricoverati a Bologna lunedì dopo una vacanza alle Maldive), è una malattia virale che viene trasmessa agli esseri umani tramite le zanzare: non si trasmette direttamente tra persona e persona. Non una zanzara qualsiasi, ma un insetto particolare chiamato Aedes Aegypti, la cosiddetta "zanzara della febbre gialla".

La dengue può essere causata da quattro tipi di virus, denominati Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4. Una volta entrato in circolo nel sangue della persona infettata, il virus rimane tra due giorni e una settimana: è proprio in questo periodo che la zanzara può trasmetterlo ad altri. Diffusa nei paesi tropicali e subtropicali, la dengue spesso giunge in Europa per via della frequenza di spostamenti di merci e persone.

SINTOMI, PREVENZIONE, CURE Febbre piuttosto elevata, mal di testa, dolore agli occhi e forti dolori a muscoli e articolazioni: questi i sintomi più comuni della dengue, insieme a vomito e nausea e macchie cutanee simili al morbillo. La prevenzione più efficace alla dengue è la più semplice: spray e creme antizanzare, per evitare di essere punti e quindi contagiati dal virus. Per quanto riguarda la cura, non esiste una cura specifica: di solito la malattia passa da sola nell'arco di una settimana, massimo due. Dunque i farmaci da assumere sono gli stessi comunemente usati per la febbre. In rarissimi casi, la dengue può diventare febbre emorragica e le emorragie possono portare alla morte.

Ultimo aggiornamento: 17:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA