Omicron, donna positiva curata allo Spallanzani con monoclonale Sotrovimab. «Rapido miglioramento dei sintomi»

Omicron, donna positiva curata allo Spallanzani con monoclonale Sotrovimab. «Rapido miglioramento dei sintomi»
Omicron, donna positiva curata allo Spallanzani con monoclonale Sotrovimab. «Rapido miglioramento dei sintomi»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Dicembre 2021, 19:25 - Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre, 23:47

Curata con gli anticorpi monoclonali allo Spallanzani di Roma una donna contagiata dalla variante Omicron. Lo rende noto la direzione dell'istituto. «Nei giorni successivi all'infusione si è osservato un rapido miglioramento dei sintomi e una repentina discesa della carica virale di SARS-CoV-2 già dopo 4 giorni, con quasi completa negativizzazione virologica ad appena 8 giorni dal trattamento - sottolinea lo Spallanzani - . La persona al momento sta bene, a casa». 

Omicron, donna curata con Sotrovimab

Si tratta di una delle 6 persone nelle quali è stata diagnosticata la variante Omicron nella Regione Lazio. L'analisi molecolare del virus è stata effettuata presso il Laboratorio di Virologia dell'Istituto.«Si tratta di una donna di circa 50 anni con fattore di rischio, vaccinata a luglio, con una sintomatologia non grave nella quale la diagnosi è stata fatta rapidamente dopo la comparsa dei sintomi» spiega la direzione dello Spallanzani aggiungendo che «per la terapia è stato utilizzato Sotrovimab, un anticorpo monoclonale di seconda generazione che, in esperimenti di laboratorio,si era dimostrato potenzialmente attivo su Omicron».

 

Per lo Spallanzani, «pur se si tratta di un singolo caso, questa esperienza positiva dimostra come anche sulla nuova variante vi siano trattamenti disponibili, antivirali di prossima introduzione e anticorpi monoclonali di nuova generazione e sui quali andrebbero accelerate le procedure di validazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA