Vaccini, Indonesia controcorrente: inizia la campagna dai giovani (dai 18 ai 59 anni): «Da loro più contagi»

Mercoledì 13 Gennaio 2021
Covid, l'Indonesia inizia la campagna vaccinale dai giovani: «Da loro più contagi»

L'Indonesia avvia la campagna vaccinale contro il coronavirus, e parte dai giovani: questa è la decisione - controcorrente - del governo di Giacarta. Invece di vaccinare prima gli anziani, il Paese inizierà dai lavoratori tra i 18 e i 59 anni, partendo dagli operatori sanitari e poi dai funzionari pubblici. Una scelta che il professor Amin Soebandrio - intervistato dalla Bbc - ha motivato in questo modo: «Stiamo prendendo di mira coloro che potrebbero diffondere il virus». Infatti, secondo le fonti governative, i giovani sono la categoria da cui arriva il maggior numero di contagi da Covid.

Covid, dalla Grecia la proposta di un certificato di vaccinazione Ue

La campagna

La vaccinazione collettiva è partita oggi e mira a immunizzare 181,5 milioni di persone con il vaccino CoronaVac dalla cinese Sinovac Biotech, che l'Indonesia ha autorizzato lunedì per un uso di emergenza, con un tasso di efficacia del 65,3%. Quasi 1,5 milioni di operatori sanitari saranno vaccinati entro febbraio, seguiti dai funzionari pubblici e dal resto della popolazione entro 15 mesi, ha dichiarato il ministro della Sanità indonesiano Budi Gunadi Sadikin. Intanto il presidente Joko Widodo, 59 anni, è stato il primo a farsi iniettare il farmaco. Il vicepresidente Màruf Amin, 77 anni, non riceverà subito il vaccino perché troppo anziano.

Vaccino, un infermiere positivo tra la prima e la seconda dose: «Hanno aspettato un mese, così ho preso il virus»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA