Presbiopia, niente sforzi e subito un esame se la la lettura da vicino è più faticosa

Giovedì 11 Febbraio 2021

Occhi affaticati, cefalee e disturbi visivi. Dopo i 40 anni il cristallino perde elasticità e la messa a fuoco si fa complicata. Ecco un vademecum per orientarsi

1. Il primo segnale della presbiopia è dover allontanare dagli occhi cellulare o foglio per riuscire a leggere

2. A partire dai 40 anni aumenta il rischio di soffrire di questo difetto, che progredisce con gli anni

3. Più si invecchia e più il cristallino perde elasticità non riuscendo a mettere a fuoco gli oggetti vicini

4. Finché il disturbo non è troppo pronunciato l’occhio riesce a ritrovare un equilibrio allontanandosi dall’oggetto

5. Fare un esame della vista appena ci si accorge che la lettura o lavorare da vicino è troppo difficoltoso

6. Sforzarsi di mettere a fuoco gli oggetti mette a dura prova oltre gli occhi anche il cervello

 7. Tra i sintomi più frequenti associati alla presbiopia c’è il mal di testa, soprattutto la sera

 8. Se un under 40 ha gli stessi sintomi questi sono associati all’ipermetropia o astigmatismo

 9. Nell’occhio miope il disturbo in proporzione all’entità del difetto, apparentemente, non insorge

10. Lenti multifocali o progressive consentono ai miopi di vedere a più distanze

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA