Dpcm, Bassetti: «Spiegateci regole d'ingaggio su regioni a rischio»

Venerdì 6 Novembre 2020

«Servirebbe un sistema più dinamico che giorno dopo giorno aggiornasse i dati perché l'Rt cambia e poi qualcuno ci spieghi le regole d'indaggio su come e quando si entra o esce da un zona». A chiederlo è Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente della task force Covid-19 della Liguria in merito all'inserimento di una Regione in una zona rossa, arancione o gialla. 

Covid, spunta la classifica dei virologi: Ricciardi il più popolare, Crisanti e Galli sul podio. Le altre posizioni

Covid, l'infettivologo Bassetti: «No a un'unica misura restrittiva in tutta Italia, c'è troppo disordine»

«È chiaro - spiega all'Adnkronos Salute - che serve un collegamento più rapido tra la cabina di regia e le Regioni, e poi sarebbe interessante capire la dinamicità dei provvedimenti presi. Se una Regione scende con l'Rt, quindi dovrebbe tornare una fascia di una altro colore, ma dopo quanto tempo può passare dalla zona rossa a quella arancione?». Secondo Bassetti un altro nodo «poco chiaro» è quello di alcune città o province di Regioni inserite nella fascia rossa che «non sono però in una situazione epidemiologica grave - avverte - ad esempio, è giustissimo che Milano sia in lockdown, ma la provincia di Bergamo è meno colpita. La Lombardia è grande come un piccolo stato, forse su alcune zone della Regione andava fatto un discorso diverso».

Ultimo aggiornamento: 9 Novembre, 10:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA