Obesità, mozione alla Camera per riconoscerla come malattia cronica

Lunedì 11 Novembre 2019
Obesità, mozione alla Camera per riconoscerla come malattia cronica

«In Italia, sovrappeso e obesità interessano quasi 1 adulto su 2 (10,4% sono obesi e 36% pre-obesi) e 1 su 3 tra bambini con meno di 8 anni, il più alto tasso di obesità infantile d'Europa, secondo i dati della Childhood Obesity Surveillance Initiative. I più colpiti sono i bambini e gli adolescenti del Sud (31,9%), e più di un terzo di loro non pratica né sport né attività fisica». Da queste premesse nasce la mozione parlamentare sottoscritta da tutti i gruppi politici per riconoscere l'obesità come malattia cronica recidivante che causa molteplici complicanze disabilitanti e mortali, illustrata alla Camera dal deputati da Roberto Pella (Fi), primo firmatario.

LEGGI ANCHE Obesità, per le donne è più difficile resistere al cibo rispetto agli uomini

«In entrambe le fasce di età -viene rilevato- si osservano delle differenze in base al genere, al livello d'istruzione e alla condizione socio-economica, alla residenza nelle aree urbane o più periferiche. Con un fardello pari a circa 53mila morti all'anno, l' obesità è da considerarsi un'emergenza sanitaria, con serie conseguenze per gli individui e la società in termini di riduzione sia dell'aspettativa sia della qualità della vita, e notevoli ricadute economiche».

Il testo della mozione condiviso con le Società scientifiche, le Associazioni di pazienti e di cittadinanza, dal network IO-Net, che promuove ogni anno il 10 ottobre l'Obesity Day in collaborazione con ADI - Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica, e la rete internazionale OPEN (Obesity Policy Engagement Network) sull' obesità, vuole concentrarsi sull'urgenza e sulla necessità di adottare, a livello nazionale, un Piano sull'obesità. Un documento, condiviso con le Regioni, che individui una strategia comune tesa a promuovere interventi basati sull'unitarietà di approccio centrato sulla persona con obesità e orientato a una migliore organizzazione dei servizi. La Mozione è stata sottoscritta da tutti i gruppi politici che ne hanno condiviso la formulazione e l'obiettivo strategico per la salute delle persone con obesità e il benessere dei loro familiari e caregivers.

© RIPRODUZIONE RISERVATA