Meningite batterica, dalla febbre al "collo rigido": i sintomi per riconoscerla

Si tratta di una malattia particolarmente pericolosa per il suo rapido sviluppo

Meningite batterica può essere letale: ecco i sintomi per riconoscerla
Meningite batterica può essere letale: ecco i sintomi per riconoscerla
2 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Novembre 2022, 09:47 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 09:30

La meningite batterica acuta è un’infiammazione che colpisce il cervello. In particolare, infiamma gli strati di tessuto che rivestono il cervello e il midollo spinale (meningi) e lo spazio pieno di liquido tra le meningi (spazio subaracnoideo). Si tratta di una malattia particolarmente pericolosa per il suo rapido sviluppo e per questo è un’emergenza medica e deve essere trattata il più rapidamente possibile. 

Meningite fulminante, bambino muore a 15 mesi a Padova: Christian si è aggravato in poche ore

Meningite Batterica, i sintomi 

Per diagnosticare la meningite, i medici eseguono una puntura lombare (rachicentesi) prima possibile. In generale però questa patologia presenta alcuni sintomi caratteristici come febbre e cefalea. Per gli adulti e i bambini grandi si può sviluppare "rigidità nucale" ovvero l'impossibilità di abbassare il mento verso il torace. I neonati invece possono non presentare questa rigidità ma sviluppano sintomi di malessere generale e temperatura corporea alta o bassa, hanno scarso appetito oppure sono irritabili o sonnolenti.

 

Batteri killer resistenti agli antibiotici, ecco quali sono i più letali: Italia seconda in Ue per morti

Meningite batterica, vaccini e terapia 

Gli antibiotici sono generalmente efficaci se somministrati prontamente e spesso viene prescritto il desametasone (un corticosteroide) per ridurre l’edema cerebrale.  I vaccini possono prevenire alcuni tipi di meningite batterica. 

Listeria, morto un uomo a Campobasso: aveva mangiato ricotta, era in rianimazione da giorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA