Vaccini, disorganizzazione e pochi medici: ecco perché le fiale (in Italia) restano in frigo

Martedì 2 Marzo 2021 di Francesco Malfetano e Diodato Pirone
Vaccini, disorganizzazione e pochi medici: ecco perché le fiale (in Italia) restano in frigo

Perché le vaccinazioni vanno a rilento? E come mai alcune Regioni sono rimaste molto indietro nelle somministrazioni rispetto ad altre che invece filano come treni? Per orientarsi nella giungla della campagna vaccinale bisogna fissare un paletto. «Purtroppo nella Sanità italiana impera la cultura del cavillo, tutti si riparano le spalle e nessuno prende decisioni semplici e pratiche come hanno fatto gli inglesi», spiega l'epidemiologo Pier...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA