Pillola Pfizer autorizzata negli Usa: ok al primo trattamento orale contro il Covid. «Importante passo in avanti»

Food and Drug Administration (Fda) ha dato l'ok: la pillola diventa così il primo farmaco da poter assumere a casa contro il virus

Pillola Pfizer autorizzata negli Stati Uniti: è il primo trattamento orale da assumere a casa contro il Covid
Pillola Pfizer autorizzata negli Stati Uniti: è il primo trattamento orale da assumere a casa ​contro il Covid
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Dicembre 2021, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre, 00:26

Via libera negli Stati Uniti alla pillola anti-Covid di PfizerFood and Drug Administration (Fda) ha dato l'ok: la pillola diventa così il primo farmaco da poter assumere a casa contro il virus. L'Agenzia americana del farmaco ha annunciato l'autorizzazione all'uso di emergenza (Eua) per il farmaco Paxlovid dell'azienda statunitense (compresse di nirmatrelvir e di ritonavir confezionate insieme) per il trattamento dell'infezione da Sars-CoV-2 da lieve a moderata negli adulti e nei ragazzi over 12 di almeno 40 chilogrammi di peso, ad alto rischio di progressione verso malattia grave, inclusi ricovero e morte.

Pillola Pfizer, ok dall'Ema: «Somministrata entro 5 giorni dai sintomi, no in gravidanza»

Pillola Pfizer, il primo trattamento orale contro il Covid autorizzato negli Stati Uniti

Paxlovid è disponibile solo su prescrizione medica - precisa la Fda - e la terapia deve essere iniziata il prima possibile dopo la diagnosi, entro 5 giorni dall'insorgenza dei sintomi. Il trattamento viene somministrato in 3 compresse, 2 di nirmatrelvir e una di ritonavir, da assumere insieme 2 volte al giorno per 5 giorni, per un totale di 30 compresse.

«L'autorizzazione odierna introduce il primo trattamento anti-Covid-19 da assumere per via orale», rappresentando «un importante passo avanti nella lotta contro questa pandemia», afferma Patrizia Cavazzoni, a capo del Centro per la ricerca e la valutazione sui farmaci della Fda. L'ok alla pillola, aggiunge, «fornisce un nuovo strumento per combattere Covid-19 in un momento cruciale della pandemia mentre emergono nuove varianti, e promette di rendere il trattamento antivirale più accessibile ai pazienti ad alto rischio di progressione verso Covid grave».

© RIPRODUZIONE RISERVATA